Attenti a quelle due di Chris Addison - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Francesco Foschini dice che Vediamoci chiaro è il film da salvare oggi in TV.
Su Rete4 alle ore 02:15.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Certainly it constitutes bad news when the people who agree with you are buggier than batshit.»

scelta da
Lorenza Negri

cinerama
9282
servizi
3750
cineteca
3176
opinionisti
2186
locandine
1087
serialminds
999
scanners
512
Recensione pubblicata su FilmTv 20/2019

Attenti a quelle due


Regia di Chris Addison

Remake al femminile di Due figli di... (1988) di Frank Oz con Michael Caine e Steve Martin, a sua volta ispirato a I due seduttori di Ralph Levy (1964) con Marlon Brando e David Niven, Attenti a quelle due rimette in scena la medesima storia di abili truffatori ancora più abilmente truffati, ma non in chiave #MeToo. Perché non è una questione di genere ma sempre di potere, truffaldino, quello che le due protagoniste vogliono mantenere in esclusiva in Costa Azzurra. Come per le “strane coppie” precedenti, i paesi di provenienza in guerra sono sempre Regno Unito e Stati Uniti, anche se in questo caso rappresentati da un’attrice statunitense (Anne Hathaway) che ha l’accento inglese e un’australiana (Rebel Wilson) che fa l’americana. Tutto questo naturalmente si perde nell’adattamento italiano, che ha dovuto fare i salti mortali per rendere gli intricati giochi di parole e i vari accenti fraudolenti utilizzati (c’è anche l’immancabile “tetesco” da Sturmtruppen). Ciononostante le due interpreti non riescono a restituire il gioco di complicità/competizione inscritto nei loro personaggi perché lavorano superficialmente quasi solo sulle differenze fisiche, con la longilinea e di classe Hathaway contrapposta alla strabordante e coatta Wilson. Indeciso se essere una folle commedia degli equivoci (i raggiri attorno a cui ruota il plot non sorprendono mai lo spettatore) spingendo il pedale dello slapstick fino alle estreme conseguenze, il film è un copione già scritto, ripescato peraltro da un passato in cui lo sfarzo delle location faceva dimenticare tutto il resto, mentre il glamour di oggi è plasticamente livellato dai droni.

I 400 colpi

PA
4
Attenti a quelle due (2019)
Titolo originale: The Hustle
Regia: Chris Addison
Genere: Commedia - Produzione: Usa - Durata: 94'
Cast: Anne Hathaway, Rebel Wilson, Tim Blake Nelson, Timothy Simons, Douggie McMeekin, Ashley McGuire, Casper Christensen, Eloise Lovell Anderson, Philip Desmeules, Ingrid Oliver
Sceneggiatura: Stanley Shapiro, Paul Henning, Dale Launer

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Pedro Armocida

Nasco a Madrid nel 1971 quando ancora la Spagna non faceva parte della CE e qualche compagno litigioso alle elementari a Roma mi diceva: “Tornatene nel tuo paese”. Cosa che ho fatto spesso e con gioia. Ufficiale dell’Esercito mancato. Avvocato mancato, mi laureo in Lettere alla Sapienza con tesi sul cinema della Escuela de Barcelona, relatore Giovanni Spagnoletti, che nel Duemila mi chiama a organizzare www.pesarofilmfest.it, di cui dal 2015 sono il direttore artistico. Attualmente scrivo anche per Il Giornale, Ciak, 8½, dirigo le Edizioni dell’Altana e ho curato qualche libro tra cui Esordi italiani. Gli anni Dieci al cinema (2010-2015) (Marsilio) e, insieme ad altri, Romanzo popolare (Marsilio);  Cinema in Spagna oggi (Lindau), Oltre la frontiera. Il cinema messicano contemporaneo (Revolver), Il cinema argentino contemporaneo e l’opera di Leonardo Favio (Marsilio). Sogno un cimitero di campagna e io là. All'ombra di un ciliegio in fiore senza età. Per riposare un poco due o trecento anni. Giusto per capir di più e placar gli affanni.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy