Serenity - L'isola dell'inganno di Steven Knight - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Gli indesiderati d'Europa è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai3 alle ore 02:05.

Tom à la ferme di Xavier Dolan è in streaming su PrimeVideo

Uncut Gems è tra i dieci migliori film invisibili dell'anno e ha ottenuto svariati premi anche se è stato escluso dalla corsa agli Oscar 2020. Sarà disponibile dal 31 gennaio su Netflix, ma intanto recuperiamo un altro invisibile dei fratelli Safdie, con la recensione di Ilaria Feole.

Cominciano i festeggiamenti per i cent'anni di Federico Fellini. Prossimamente sulla rivista, qui con una locandina di Emanuela Martini.

Non tutti i collaboratori di FilmTv sono entusiasti di Watchmen .

The New Pope arriva su Sky Atlantic il 10 gennaio, come anticipato nel n° 53. È il seguito, sempre di Paolo Sorrentino, di The Young Pope, di cui vi riproponiamo qui la recensione.

La citazione

«Povero pensiero... finisce sempre per sfracellarsi contro il muro dei fatti. (Lev Troskij)»

scelta da
Adriano Aiello

cinerama
9052
servizi
3417
cineteca
2999
opinionisti
2067
locandine
1061
serialminds
889
scanners
502
Recensione pubblicata su FilmTv 29/2019

Serenity - L'isola dell'inganno


Regia di Steven Knight

L’eterna lotta fra l’uomo e il tonno: Matthew McConaughey (record personale: da zero a completamente sopra le righe in meno di tre minuti) insegue un pescione di nome Giustizia, a bordo di una barca di nome Serenità; novello Achab, veterano dell’Iraq, vuole Giustizia a tal punto da indebitarsi. Il che rende provvidenziale l’arrivo della sua ex, Anne Hathaway con tinta bionda e finto neo da fatalona, che gli propone un affare: un mucchio di soldi in cambio della morte “accidentale” dell’attuale marito violento, un Jason Clarke che pare usare A letto col nemico come galateo. Steven Knight torna alla regia sei anni dopo la doppietta Redemption - Identità nascoste/Locke, e conferma il suo amore per un dispositivo maniacale: qui però non è l’elegante e claustrofobico “mélo nell’abitacolo” di Locke, ma un meccanismo arzigogolato e arduo da spiegare senza incappare in spoiler macroscopici. Diremo solo che, dopo la prima metà del film, avrà un senso il fatto che McConaughey, Hathaway e Clarke siano, più che veri personaggi, dei surrogati maldestri e survoltati degli stereotipi del noir. Vessati e guidati come burattini dalle regole usurate di un gioco che si chiama cinema di genere, di cui Knight sembra volutamente sbertucciare la meccanicità e l’illogicità. O forse, come per tanti registi contemporanei, l’intento è fare un atto di resa, dichiarare tramite l’escamotage del ribaltone che il noir, oggi, è un genere impossibile, e allora non resta che la formula, l’algoritmo, l’autodistruzione. Anche come opera teorica, però, Serenity, coi suoi attori spaesati quanto noi spettatori, pare dormire, più che pigliare pesci.

I 400 colpi

PMB
5
FDM
4
IF
4
AF
4
MG
4
RM
6
FM
0
RMO
5
LP
6
GS
5
RS
6
media
4.9
Serenity - L'isola dell'inganno (2019)
Titolo originale: Serenity
Regia: Steven Knight
Genere: Noir - Produzione: Gb/Usa - Durata: 106'
Cast: Anne Hathaway, Matthew McConaughey, Diane Lane, Jason Clarke, Djimon Hounsou, Jeremy Strong, Charlotte Butler, David Butler, Rafael Sayegh, Michael Richard
Sceneggiatura: Steven Knight

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Ilaria Feole

Ilaria Feole è nata nell’anno di Il grande freddo, Il ritorno dello Jedi e Monty Python – Il senso della vita e tutto quello che sa l’ha imparato da questi tre film. Scrive di cinema e televisione per Film Tv e  Spietati.it. È autrice della monografia Wes Anderson - Genitori, figli e altri animali edita da Bietti Heterotopia.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy