Selfie di famiglia di Lisa Azuelos - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Francesco Foschini dice che Vediamoci chiaro è il film da salvare oggi in TV.
Su Rete4 alle ore 02:15.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Guardatevi da tutte le imprese che richiedono vestiti nuovi (H.D. Thoreau)»

scelta da
Carolina Crespi

cinerama
9282
servizi
3750
cineteca
3176
opinionisti
2186
locandine
1087
serialminds
999
scanners
512
Recensione pubblicata su FilmTv 38/2019

Selfie di famiglia


Regia di Lisa Azuelos

Se il selfie è il dispositivo principe dell’autofiction, dell’elaborazione immediata e standardizzata di un’immagine di sé da dare in pasto al mondo, quello famigliare di Héloïse è il simulacro crepato di un’unità affettiva che va scomponendosi: per il divorzio, per i figli che si innamorano e che se ne vanno di casa. Il film è, a sua volta, il selfie di Lisa Azuelos, che rimette in scena il suo ruolo materno senza darsi troppo pensiero nel celare gli affondi autobiografici e le telefonatissime corrispondenze con la sua carriera genitoriale. E forse è anche una seduta di autoterapia per borghesi annoiate, perché tra le pagine di una vita squinternata e bobo si leggono righe di piena autoassoluzione (“mamma, sei grande, ma adesso è il momento che pensi un po’ a te”). A conferma che persino nel XV arrondissement si soffre della sindrome del nido vuoto, anche se si è state madri sregolate e bohémien. Il terzo stato di Azuelos è lo specchio riflesso delle doppie vite di Assayas, una da borghesi nevrotiche e l’altra da intellettuali on demand (si tira in ballo persino Godard!), inebetiti dalla vertigine del proprio privatissimo tourbillon de la vie. La tecnologia non è altro che un nuovo contenitore di memoria extracorporea in cui stoccare l’immagine idealizzata del proprio passato, fatto di flou e colori pastello, studiatamente sbavato di finte trasgressioni e schermaglie posticce. Il selfie non ammette contraddittorio, dialettica, cortocircuito: c’è posto per un unico one woman show, vivificato dalle imprecazioni isteriche di Sandrine Kiberlain, dai suoi goffi abbracci e dagli squarci di amore improvviso.

Selfie di famiglia (2019)
Titolo originale: Mon bébé
Regia: Lisa Azuelos
Genere: Commedia drammatica - Produzione: Francia - Durata: 85'
Cast: Sandrine Kiberlain, Thaïs Alessandrin, Victor Belmondo, Mickaël Lumière, Camille Claris, Kyan Khojandi, Arnaud Valois, Patrick Chesnais, Yvan Attal, Mila Ayache
Sceneggiatura: Lisa Azuelos

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy