Il giorno più bello del mondo di Alessandro Siani - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Francesco Foschini dice che Vediamoci chiaro è il film da salvare oggi in TV.
Su Rete4 alle ore 02:15.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«You Cannot Be Serious! (John McEnroe)»

scelta da
Rinaldo Censi

cinerama
9282
servizi
3750
cineteca
3176
opinionisti
2186
locandine
1087
serialminds
999
scanners
512
Recensione pubblicata su FilmTv 44/2019

Il giorno più bello del mondo


Regia di Alessandro Siani

«Dobbiamo creare gioia nel cuore della gente», ripete come un mantra l’impresario teatrale Meraviglia al figlio Arturo. Che, da grande, ha l’espressione svagata di Alessandro Siani (sempre più aspirante Troisi, però poi pieraccionesco), impresario anche lui, ma fallito. Incluse fin dal prologo le istruzioni per l’uso del cinema di Siani attoreregista, da qualche film, prima con Cattleya ora con Bartleby (e Vision/Sky), impegnato a risalire la china non facile di una commedia tenue e garbata, purgata del più remoto sospetto di volgarità (qui l’unica battuta rischiosa è un castigatissimo «M’hai rotto il bebè!»), strapaesana, favolistica, di pura evasione dalla realtà. Ora, anche coraggiosamente, il passo successivo: una commedia fantastica con bambini (nipotini ereditati da uno zio d’America, uno dei quali con poteri magici non meglio precisati), che potrebbe far pensare a un certo Celentano d’antan (Bingo Bongo, ed è un complimento) o al Bud Spencer sceriffo poco extra e molto terrestre (complimento anche questo). Ma forse esageriamo e, più prosaicamente, si guarda al successo dei recenti “De Luigi con bambini” per Colorado Film, fraintendendo pure l’ultimo Burton disneyano (non sono un complimento né l’uno né l’altro). Non manca nulla: il Natale (anche se esce a Halloween), la storia d’amore, la multinazionale cattiva (con Stefano Pesce che digrigna i denti come un cattivo Disney anni 60), gli effetti (quasi) speciali, i caratteristi napoletani buffi, i monologhi (sfibranti) di Siani. Più che un film fatto col cuore di un bimbo, pare l’esito di una ricerca di marketing. O forse siamo solo noi che siamo cresciuti.

I 400 colpi

SE
4
FM
1
RMO
5
media
3.3
Il giorno più bello del mondo (2019)
Titolo originale: -
Regia: Alessandro Siani
Genere: Commedia/Fantasy - Produzione: Italia - Durata: 104'
Cast: Alessandro Siani, Leigh Gill, Stefania Spampinato, Giovanni Esposito, Stefano Pesce, Sara Ciocca, Mauro Aversano, Roberto Bocchi, Gianni Ferreri, Enzo Paci
Sceneggiatura: Alessandro Siani, Gianluca Ansanelli

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Rocco Moccagatta

Studiava giurisprudenza, ma andava più spesso al cinema di quanto avrebbe dovuto. D'altronde il padre l'ha portato per anni al cinema ogni sabato. Di cosa potrebbe dunque lamentarsi? Dopo l'università, fa la cosa giusta e comincia a occuparsi davvero di film, persino professionalmente. Oggi lo insegna pure, il cinema, in IULM e in altre università del regno, soprattutto il cinema classico e il cinema dei generi popolari, la sua passione da sempre. Per campare guarda anche molta televisione, visto che lavora come scenarista e analista dei media presso la factory di media research Neopsis (non si pronuncia Neopsais, eh...). Ha scritto e scrive da tante parti, da Duel/Duellanti a Marla, da Ottoemezzo a L'officiel Homme. Nel tempo, ha scoperto che gli piace molto il cinema italiano di ieri e di oggi e che si può non vergognarsene. Il riconoscimento più prezioso è stato essere ribattezzato "Giancarlo Cianfrusaglie" da Maccio Capatonda.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy