La dea fortuna di Ferzan Ozpetek - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Salvate il soldato Ryan è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 09:05.

Dal 1° aprile sbarca su Netflix una delle comedy più stratificate e divertenti degli anni dieci: dal Dan Harmon che poi creerà Rick & Morty, la vicenda di sette outsider diversissimi che stringono amicizia formando un gruppo di studio nella scalcagnata università pubblica di Greendale. Qui vi riproponiamo la recensione della quinta stagione, che ne ripercorre la faticosa e altalenante vicenda produttiva.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

Un ricordo di Emir Kusturica e di un equivoco lungo un festival e oltre.

La citazione

«Smettete di pensare che la scienza possa aggiustare tutto se le date 3 miliardi di dollari. (Kurt Vonnegut)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
9170
servizi
3566
cineteca
3066
opinionisti
2121
locandine
1073
serialminds
927
scanners
505
Recensione pubblicata su FilmTv 52/2019

La dea fortuna


Regia di Ferzan Ozpetek

In La dea fortuna ci sono due film: uno solare, che racconta storie di coppie, felici o scoppiate o intente a proteggersi con malinconica fermezza dai guasti della vecchiaia; e uno notturno, che rievoca incubi lontani, paure e disastri infantili malamente sotterrati. In realtà, in La dea fortuna ci sono molti film e molti tratti di Ferzan Ozpetek, da quelli fatti di carne a quelli fatti di fantasmi. Infatti, si apre con un lungo pianosequenza che, da una parete affrescata con teschi e scheletri di impiccati maschi e femmine, ci conduce attraverso una fuga di stanze antiche e opprimenti verso una porta pesante, dietro la quale risuonano colpi e grida di bambini. E da lì stacca sulla ripresa ballonzolante (che imita quelle del cellulare) di una torta nuziale gay e sui colori dei cibi e degli abiti, sulle risate, le battute, l’amicizia che scorre libera su una terrazza: Arturo riprende la festa per il matrimonio di due amici, mentre la sua storia con Alessandro soffre di monotonia e silenzi. E proprio allora arriva la grande amica Annamaria che, ammalata, affida alla coppia i suoi due bambini prima di entrare in ospedale. Tra sguardi, bisticci e canzoni, Stefano Accorsi, Edoardo Leo, Jasmine Trinca e gli altri riproducono bene la coesione di un universo protettivo che rimanda a Le fate ignoranti. Ma al suo incepparsi, emerge il lato oscuro, quello del mondo di fuori, dove una nonna può essere una strega davvero cattiva e Hansel e Gretel finire mangiati. Un film stratificato e meno rassicurante di quello che sembra, che finisce nel mare, con la ferma volontà di non perdersi nonostante il futuro incerto. 

I 400 colpi

PA
6
PMB
6
FDM
6
MG
5
MM
5
EM
8
FM
5
RMO
6
EMO
5
LP
5
GS
5
FT
4
media
5.5
La dea fortuna (2019)
Titolo originale: -
Regia: Ferzan Ozpetek
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 114'
Cast: Stefano Accorsi, Edoardo Leo, Jasmine Trinca, Cristian Di Sante, Serra Yilmaz, Barbara Alberti, Sara Ciocca, Edoardo Brandi, Pia Lanciotti, Cristina Bugatty, Filippo Nigro
Sceneggiatura: Ferzan Ozpetek, Gianni Romoli, Silvia Ranfagni

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Emanuela Martini

Capelli rossi, lettrice forte, brutto carattere (dicono). La prima volta mi hanno portata al cinema che avevo tre anni. Ci stavo dalle 2 alle 8, orario continuato. Praticamente, non ne sono più uscita: adesso ci sto anche dalle 8 alle 20, e a volte pesa. Ma la passione resta e non mi annoio (quasi mai). Onnivora: mi piace tutto (quando mi piace). Autori di culto: Michael Powell e Robert Altman. Serie: Twin Peaks e I Soprano forever. Rimpiango il cinema americano anni ’70 e il metabolismo dei trent’anni. Vivo in un disordine "escheriano", tra libri, oggetti, dvd, foto, abiti e scarpe, con Lucrezia, gatta petulante di 19 anni. Credo allo Stregatto (quello di Alice): qui in giro aleggia il sorriso di Blimp, Sibella e Oreste.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy