Il diritto di opporsi di Destin Daniel Cretton - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Hollywood Ending è il film da salvare oggi in TV.
Su Premium Cinema 2 alle ore 21:15.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Il banco di prova di un'intelligenza di prim'ordine è la capacità di tenere due idee opposte in mente nello stesso tempo e, insieme, di conservare la capacità di funzionare (Francis Scott Fitzgerald)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
9277
servizi
3734
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Recensione pubblicata su FilmTv 04/2020

Il diritto di opporsi


Regia di Destin Daniel Cretton

Walter McMillian, un operaio nero, torna a casa dai boschi dove lavora, viene fermato da un poliziotto e arrestato con l’accusa di aver ucciso una diciottenne bianca. Condannato a morte, due anni dopo Walter viene assistito nel ricorso da Bryan Stevenson, l’avvocato e attivista afroamericano che ha lasciato perdere una brillante carriera per dedicarsi ai casi dubbi in attesa di esecuzione nel braccio della morte. Siamo alla fine degli anni 80, a Monroeville, la cittadina dell’Alabama che onora con placche e targhe Harper Lee, che lì nacque e morì e che ambientò il romanzo Il buio oltre la siepe in una piccola città immaginaria che le somigliava molto. I decenni sono passati, ma l’atmosfera che si respira a Monroeville è più o meno la stessa. La storia è vera, tratta dal libro dell’avvocato Stevenson; la causa e l’indignazione sono sacrosante; i due protagonisti, Michael B. Jordan e Jamie Foxx, sono convincenti. Purtroppo però, dopo una prima parte abbastanza efficace (in carcere, con l’esecuzione del condannato al quale fa coraggio il suono delle gamelle battute dai suoi compagni contro le sbarre; o la panoramica attraverso i quartieri bianchi e neri della città), Il diritto di opporsi perde ritmo e temperamento proprio quando dovrebbe infuocarsi di più: nella lunga parte processuale, dove il susseguirsi delle parole non riesce a restituire la tensione dell’aula, delle testimonianze corrotte, della frenetica ricerca degli avvocati. Il problema è nella regia, che non riesce a scaldarsi e sembra adagiarsi nella giusta indignazione del soggetto. Atticus Finch è molto, molto lontano.

I 400 colpi

PA
6
PMB
4
AC
6
EM
5
FM
4
RMO
7
EMO
6
media
5.4
Il diritto di opporsi (2020)
Titolo originale: Just Mercy
Regia: Destin Daniel Cretton
Genere: Biografico - Produzione: Usa - Durata: 137'
Cast: Brie Larson, Michael B. Jordan, Jamie Foxx, O'Shea Jackson Jr., Tim Blake Nelson, Rafe Spall, Rob Morgan, Claire Bronson, Darrell Britt-Gibson, Hayes Mercure
Sceneggiatura: Destin Daniel Cretton, Andrew Lanham

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Emanuela Martini

Capelli rossi, lettrice forte, brutto carattere (dicono). La prima volta mi hanno portata al cinema che avevo tre anni. Ci stavo dalle 2 alle 8, orario continuato. Praticamente, non ne sono più uscita: adesso ci sto anche dalle 8 alle 20, e a volte pesa. Ma la passione resta e non mi annoio (quasi mai). Onnivora: mi piace tutto (quando mi piace). Autori di culto: Michael Powell e Robert Altman. Serie: Twin Peaks e I Soprano forever. Rimpiango il cinema americano anni ’70 e il metabolismo dei trent’anni. Vivo in un disordine "escheriano", tra libri, oggetti, dvd, foto, abiti e scarpe, con Lucrezia, gatta petulante di 19 anni. Credo allo Stregatto (quello di Alice): qui in giro aleggia il sorriso di Blimp, Sibella e Oreste.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy