Il ladro di giorni di Guido Lombardi - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Matteo Marelli dice che Below Sea Level è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai3 alle ore 02:50.

Il 3 aprile arriva su Netflix la quarta stagione della serie spagnola di successo. Dove eravamo rimasti?

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

Un ricordo di Emir Kusturica e di un equivoco lungo un festival e oltre.

La citazione

«Se una rana avesse le ali non sbatterebbe tante volte il culo per terra (John McCabe)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
9157
servizi
3539
cineteca
3050
opinionisti
2111
locandine
1071
serialminds
918
scanners
504
Recensione pubblicata su FilmTv 05/2020

Il ladro di giorni


Regia di Guido Lombardi

Vincenzo si è fatto sette anni di galera, senza parlare. Una volta fuori, vedovo, parte per la Puglia con un bagaglio che scotta e il figlio dodicenne ritrovato, Salvo (Augusto Zazzaro, molto bravo). Un viaggio tra i fantasmi (alcuni in carne e ossa) della sua storia criminale, e verso un orizzonte di possibile salvezza. Prima di tutto: onore al merito a Nicola Giuliano, produttore coraggioso, tra i pochi a voler sistematicamente scansare l’ipoteca realista del nostro cinema non comico, non tanto con i “suoi” film di Paolo Sorrentino quanto con titoli come La doppia ora, Sicilian Ghost Story (secondo chi scrive uno degli italiani migliori del decennio) e ora con Il ladro di giorni. Tendenza noir, quindi, ben servita da Riccardo Scamarcio che dopo Pericle il Nero e il polar Gibraltar di Julien Leclercq (regista del grande Rapinatori - Braqueurs), stupidamente inedito da noi, si conferma eccellente interprete “di genere”. Nonostante i riferimenti alti (Un mondo perfetto di Clint Eastwood, addirittura) e un modello di partenza come Il giovedì di Dino Risi (Salvo parla tra l’altro tedesco come il figlio di Walter Chiari), Il ladro di giorni cerca la sua identità tra le tappe di un doppio viaggio di educazione, quella sentimentale del padre e alla vita del figlio. La regia di Lombardi è dinamica e più misurata del precedente Take Five (il suo “romanzo criminale” napoletano del 2013) mentre è la sceneggiatura (da un soggetto dello stesso Lombardi premiato col Solinas nel 2007) a incartarsi un po’, per la troppa carne al fuoco, la dilatazione forse eccessiva degli episodi e un finale che speri sin dall’inizio sia evitabile, nella sua scontatezza.

I 400 colpi

PA
5
SE
4
MG
6
EMO
4
GAN
6
LP
5
media
5.0
Il ladro di giorni (2020)
Titolo originale: -
Regia: Guido Lombardi
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 105'
Cast: Riccardo Scamarcio, Massimo Popolizio, Augusto Zazzaro, Giorgio Careccia, Vanessa Scalera, Carlo Cerciello, Rosa Diletta Rossi, Leandra Concetta Fili, Katia Fellin, Mily Cultrera di Montesano
Sceneggiatura: Guido Lombardi, Luca De Benedittis, Marco Gianfreda

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Mauro Gervasini

Firma storica di Film Tv, che ha diretto dal 2013 al 2017, è consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e insegna Forme e linguaggi del cinema di genere all'Università degli studi dell'Insubria. Autore di Cuore e acciaio - Le arti marziali al cinema (2019) e della prima monografia italiana dedicata al polar (Cinema poliziesco francese, 2003), ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare su cinema francese e di genere.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy