Cattive acque di Todd Haynes - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Francesco Foschini dice che Jane Eyre è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 17:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«You Cannot Be Serious! (John McEnroe)»

scelta da
Rinaldo Censi

cinerama
9277
servizi
3734
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Recensione pubblicata su FilmTv 07/2020

Cattive acque


Regia di Todd Haynes

Fuori dai festival, dalla stagione dei premi, dalla politique des auteurs. La cantilena critica dice che Cattive acque non pare un film di Todd Haynes, l’uscita non fa nessun rumore, il botteghino non paga. E quindi? Basato su un articolo del “New York Times”, è un progetto dell’imbronciatissimo protagonista (e co-produttore) Mark Ruffalo, liberal, inc***ato e felice come un Tim Robbins (qui in un ruolo-manifesto), che con l’impero DuPont aveva già avuto a che fare in Foxcatcher di Bennet Miller: Haynes, l’autore di Poison e Safe, dunque uno che sa che la tossicità è di corpo e spirito, biopolitica e ideologica, sposa la causa, e con lui la squadra dei soliti noti (Ed Lachmann alla fotografia e Affonco Gonçalves al montaggio, e scusate se è poco). Ne esce un film semplice (ma solo all’occhio che guarda), diritto e diretto, sdegnante e commovente, sulla scia di tutti i Davide contro Golia della storia recente del cinema, tra una Erin Brockovich e un Insider - Dietro la verità: uomo comune vs capitale, salute pubblica vs interesse economico privato, ecologia vs economia. La domanda è sempre quella che concerne l’adagio di Jameson, ovvero se sia «più facile immaginare la fine del mondo che quella del capitalismo», i personaggi sono tutt’altro che banali vettori della storia, lo stile è piano (anche se non anonimo: basterebbe guardare come la luce informa e commenta il racconto, ma chi sa ancora distinguerla, la luce, al tempo del cinema digitale?), e l’impegno politico partecipato si nota anche nei cameo dei personaggi reali. Effetti collaterali: dopo la visione non guarderete mai una pentola antiaderente come prima.

I 400 colpi

PA
7
PMB
5
AF
7
RMO
6
EMO
6
LP
6
ES
6
GS
7
media
6.3
Cattive acque (2019)
Titolo originale: Dark Waters
Regia: Todd Haynes
Genere: Drammatico - Produzione: Usa - Durata: 126'
Cast: Mark Ruffalo, Anne Hathaway, Tim Robbins, Bill Pullman, Bill Camp, Victor Garber, Mare Winningham, William Jackson Harper, Louisa Krause, Kevin Crowley
Sceneggiatura: Mario Correa, Matthew Michael Carnahan

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy