Bad Boys for Life di Adil El Arbi, Bilall Fallah - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Lo scapolo è il film da salvare oggi in TV.
Su Rete4 alle ore 04:45.

Nello stesso giorno, il 12 aprile, partono negli Usa la terza stagione di Killing Eve e la prima della nuova serie in cui è coinvolta Phoebe Waller-Bridge: Run . Quando arriveranno da noi? Nell'attesa, riproponiamo la recensione della seconda stagione della serie incentrata sul rapporto di odio-amore tra Villanelle e Eve Polastri.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

Un ricordo di Emir Kusturica e di un equivoco lungo un festival e oltre.

La citazione

«All work and no play makes Jack a dull boy»

cinerama
9170
servizi
3566
cineteca
3066
opinionisti
2121
locandine
1073
serialminds
927
scanners
505
Recensione pubblicata su FilmTv 07/2020

Bad Boys for Life


Regia di Adil El Arbi, Bilall Fallah

C’è qualcosa di suggestivo dietro la superficie sbrilluccicante del terzo capitolo di Bad Boys, a 17 anni di distanza dal secondo, che a sua volta arrivava otto anni dopo la prima volta della strana coppia di sbirri Will Smith e Martin Lawrence (per inciso, tre epoche diverse della storia del blockbuster hollywoodiano). Chissà se ha a che fare con il suo profumo di anni 90, come se fossimo ancora là, tra il primo Michael Bay (sostituito dalla coppia di belgi “quasi” d’autore, Adil & Bilall, ma presente in cameo: come regista pare costasse troppo) e i produttori d’acciaio temprato à la Jerry Bruckeimer (e Don Simpson): ralenti a gogò, il buddy movie tutto battute, gli Inner Circle in colonna sonora evocati, accennati, citati (e in discoteca si sente pure un frammento di The Rhythm of the Night di Corona!). È l’ultima volta, si promettono i protagonisti, ma chi ci crede? Nel frattempo, meglio non lasciare nulla d’intentato, oltre botti e spari, questa volta contro una vendicativa narcotrafficante messicana: i gag sulla terza età, tra pillole blu e occhiali da vista (con Lawrence in pensione e nonno come il Danny Glover di Arma letale), i giovani poliziotti che scalpitano (e accennano pure loro Bad Boys, ma in fondo restano «una boy band liceale con le armi»: e infatti tra loro c’è Vanessa Hudgens di High School Musical), un colpo a Fast & Furious e un altro alle saghe con agnizioni e paternità inattese. Però, forse, il film affascina più come ennesima tappa del processo di rielaborazione di sé di Smith, dopo il ringiovanimento digitale di Gemini Man e l’evanescenza in CGI di Aladdin. Prossima tappa, si spera, Willy, il principe di Bel-Air 25 anni dopo.

I 400 colpi

RMO
6
Bad Boys for Life (2020)
Titolo originale: Bad Boys for Life
Regia: Adil El Arbi, Bilall Fallah
Genere: Azione - Produzione: Usa/Messico - Durata: 124'
Cast: Will Smith, Martin Lawrence, Vanessa Hudgens, Alexander Ludwig, Charles Melton, Paola Nuñez, Kate del Castillo, Nicky Jam, Joe Pantoliano, Jacob Scipio
Sceneggiatura: Chris Bremner, Peter Craig, Joe Carnahan

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Rocco Moccagatta

Studiava giurisprudenza, ma andava più spesso al cinema di quanto avrebbe dovuto. D'altronde il padre l'ha portato per anni al cinema ogni sabato. Di cosa potrebbe dunque lamentarsi? Dopo l'università, fa la cosa giusta e comincia a occuparsi davvero di film, persino professionalmente. Oggi lo insegna pure, il cinema, in IULM e in altre università del regno, soprattutto il cinema classico e il cinema dei generi popolari, la sua passione da sempre. Per campare guarda anche molta televisione, visto che lavora come scenarista e analista dei media presso la factory di media research Neopsis (non si pronuncia Neopsais, eh...). Ha scritto e scrive da tante parti, da Duel/Duellanti a Marla, da Ottoemezzo a L'officiel Homme. Nel tempo, ha scoperto che gli piace molto il cinema italiano di ieri e di oggi e che si può non vergognarsene. Il riconoscimento più prezioso è stato essere ribattezzato "Giancarlo Cianfrusaglie" da Maccio Capatonda.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti
Privacy Policy