Marianne & Leonard - parole d'amore di Nick Broomfield - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Francesco Foschini dice che Non si sevizia un paperino è il film da salvare oggi in TV.
Su Italia1 alle ore 02:45.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Il cinema è come un uomo a cavallo che arriva in una cittadina del West, e noi non sappiamo niente di lui. (Jean-Claude Carrière)»

scelta da
Marianna Cappi

cinerama
9311
servizi
3784
cineteca
3196
opinionisti
2198
locandine
1090
serialminds
1009
scanners
513
Recensione pubblicata su FilmTv 09/2020

Marianne & Leonard - Parole d'amore


Regia di Nick Broomfield

Marianne Ihlen era una norvegese che viveva con il marito scrittore e il loro bambino Axel nell’isola greca di Hydra. Erano giovani, sessualmente liberi, controculturali, artisti. Nel 1960 arrivò a Hydra un giovane scrittore canadese, in cerca di ispirazione: «a strong, dark, handsome man», quelli pericolosi, dei quali le donne s’innamorano. Era Leonard Cohen. Lui e Marianne vissero insieme a Hydra per otto anni, durante i quali lui divenne, da poeta, cantautore e lei la “musa“ che ispirò So Long, Marianne e Bird on the Wire. Poi Cohen partì per il successo, i concerti, molte altre donne, mentre Marianne rimase a Hydra, talvolta lo raggiunse, e infine tornò a Oslo, dove si risposò. Marianne & Leonard ricostruisce il loro cammino, attraverso le testimonianze di amici e collaboratori e splendidi materiali di repertorio, spesso inediti, e grazie alla sensibilità acuta e nostalgica dell’autore, direttamente coinvolto. Infatti, Nick Broomfiled arrivò a Hydra quando aveva vent’anni, fu conquistato da Marianne, divenne suo amico (e, per un po’, uno dei suoi amanti) e fu, dice, «completamente intossicato dalla bellezza del loro rapporto». In realtà, è una vita d’artista (di artisti; anche Marianne a suo modo lo era) che Broomfield racconta, insieme allo spirito di un’epoca volatile e illusoria, a due fisionomie complesse e piene di ombre, lontane ma legate fino alla morte: Marianne morì a luglio del 2016, Leonard tre mesi dopo. «Cara Marianne, sono appena dietro di te», le scrisse quando seppe che stava morendo. «Non ho mai dimenticato il tuo amore e la tua bellezza. Buon viaggio, vecchia amica. Ci vediamo per strada».

I 400 colpi

EM
7
Marianne & Leonard - Parole d'amore (2019)
Titolo originale: Marianne & Leonard: Words of Love
Regia: Nick Broomfield
Genere: Documentario - Produzione: Usa - Durata: 102'

Musiche: Nick Laird-Clowes
Fotografia: Barney Broomfield

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Emanuela Martini

Capelli rossi, lettrice forte, brutto carattere (dicono). La prima volta mi hanno portata al cinema che avevo tre anni. Ci stavo dalle 2 alle 8, orario continuato. Praticamente, non ne sono più uscita: adesso ci sto anche dalle 8 alle 20, e a volte pesa. Ma la passione resta e non mi annoio (quasi mai). Onnivora: mi piace tutto (quando mi piace). Autori di culto: Michael Powell e Robert Altman. Serie: Twin Peaks e I Soprano forever. Rimpiango il cinema americano anni ’70 e il metabolismo dei trent’anni. Vivo in un disordine "escheriano", tra libri, oggetti, dvd, foto, abiti e scarpe, con Lucrezia, gatta petulante di 19 anni. Credo allo Stregatto (quello di Alice): qui in giro aleggia il sorriso di Blimp, Sibella e Oreste.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy