Guns Akimbo di Jason Lei Howden - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Stregata dalla luna è il film da salvare oggi in TV.
Su Sky Romance alle ore 21:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Guardatevi da tutte le imprese che richiedono vestiti nuovi (H.D. Thoreau)»

scelta da
Carolina Crespi

cinerama
9277
servizi
3733
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Recensione pubblicata su FilmTv 12/2020

Guns Akimbo


Regia di Jason Lei Howden

C’è qualcosa di oscenamente affascinante nelle baby star quando crescono e raggiungono l’età adulta. Prima ancora che nei film che interpretano, proprio nei loro corpi, quasi fossero per sempre prigionieri di un ricordo e di un immaginario, dai quali cercano, invano, di emanciparsi, la maggior parte di loro, volenti o nolenti, condannati a una certa freakness di fondo. Ecco dunque Daniel Radcliffe, il fu Harry Potter (ma il discorso potrebbe valere anche per un Elijah Wood, per dire, su su fino al capofila del genere, ovviamente Macaulay Culkin), qui come non mai impegnato a insudiciarsi e deformarsi. Anzi, Guns Akimbo pare fatto apposta per esibirlo al ludibrio dello spettatore (che, magari, incredulo e costernato, fa i confronti con il lindo maghetto occhialuto e sciarputo di un tempo): nerd frustrato, programmatore di codici inetto e schiavo del capo bullo, preso di mira da un torvo psicopatico che organizza sul dark web battute di caccia all’ultimo sangue tra sconosciuti e ne fa un fenomeno da baraccone con un paio di pistole avvitate alle mani. Forse non siamo proprio dalle parti di Justin Long trasformato in tricheco (da Kevin Smith in Tusk), ma il giro è quello. Intorno a lui, un film videogame, tutto inquadrature epilettiche, colori sparati, convulsioni di montaggio, controcampi sul pubblico che guarda lo spettacolo da casa, tra Crank e affini. Quest’ultima parte, compresa la solita paccottiglia emotiva di riscatto sullo sfondo, non vale granché. Ma come freak show sul post-divismo di Radcliffe (e c’è pure Samara Weaving con fronte spiovente e zigomi esasperati, due al prezzo di uno, insomma) Guns Akimbo funziona (e benino). Venghino, signori, venghino!

I 400 colpi

PMB
1
AF
7
MM
3
EM
7
FM
2
RMO
5
GAN
2
LP
6
media
4.1
Guns Akimbo (2020)
Titolo originale: Guns Akimbo
Regia: Jason Lei Howden
Genere: Azione/Commedia - Produzione: Gb/Germania/Nuova Zelanda - Durata: 95'
Cast: Daniel Radcliffe, Samara Weaving, Rhys Darby, Ned Dennehy, Natasha Liu Bordizzo, Mark Rowley
Sceneggiatura: Jason Lei Howden

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Articoli consigliati



Rocco Moccagatta

Studiava giurisprudenza, ma andava più spesso al cinema di quanto avrebbe dovuto. D'altronde il padre l'ha portato per anni al cinema ogni sabato. Di cosa potrebbe dunque lamentarsi? Dopo l'università, fa la cosa giusta e comincia a occuparsi davvero di film, persino professionalmente. Oggi lo insegna pure, il cinema, in IULM e in altre università del regno, soprattutto il cinema classico e il cinema dei generi popolari, la sua passione da sempre. Per campare guarda anche molta televisione, visto che lavora come scenarista e analista dei media presso la factory di media research Neopsis (non si pronuncia Neopsais, eh...). Ha scritto e scrive da tante parti, da Duel/Duellanti a Marla, da Ottoemezzo a L'officiel Homme. Nel tempo, ha scoperto che gli piace molto il cinema italiano di ieri e di oggi e che si può non vergognarsene. Il riconoscimento più prezioso è stato essere ribattezzato "Giancarlo Cianfrusaglie" da Maccio Capatonda.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy