Piercing di Nicolas Pesce - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Stregata dalla luna è il film da salvare oggi in TV.
Su Sky Romance alle ore 21:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Tutti i luoghi che ho visto, che ho visitato ora so ne sono certo: non ci sono mai stato. (Giorgio Caproni - Esperienza)»

scelta da
Pedro Armocida

cinerama
9277
servizi
3733
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Recensione pubblicata su FilmTv 14/2020

Piercing


Regia di Nicolas Pesce

Reed ha moglie, figlio - un bebè - e un incontrollabile impulso omicida, che intende esercitare su una prostituta. Quando infine trova la vittima predestinata, questa indulge in pratiche sadomaso con tendenza autolesionista e la faccenda si complica, fino a rimettere in discussione i ruoli. Telefoni arancio, plastica dai colori squillanti, musica dei Goblin e di Bruno Nicolai (i temi di Tenebre e La dama rossa uccide sette volte), rossi saturi, grandangoli, split screen, carrellate su palazzi-alveari. L’armamentario citazionista anni 70 è presente al completo, fino alla minima virgola. Un curriculum di visioni di Dario Argento e Brian De Palma inappuntabile, da laurea con lode, come nel perfetto manuale dell’hipster che ha attentamente studiato le sudate carte. Ma sotto il vintage si nasconde il vanziniano «niente» oppure stoffa pregiata? Pesce si discosta nettamente dal testo originario di Ryû Murakami: l’istinto infanticida, primo motore delle azioni di Reed nel romanzo, diviene un ingarbugliato insieme di complessi edipici, edulcorando (per non dire normalizzando) la psicosi del protagonista. Nel più famoso adattamento da Murakami, Audition, Takashi Miike andava oltre nel reame del disturbante, lacerava e terrorizzava. Pesce invece sceglie di giocarsi tutto sulla complicità con lo spettatore savant e la violenza la relega soprattutto alle strizzate d’occhio complici, fin quasi a slogare il sopracciglio virtuale. In tempi di carestia da titoli nuovi - Piercing lo è relativamente, visto che risale a Sundance 2018 - ci si può anche accontentare, purché consapevoli dell’arzigogolo intellettuale a cui si va incontro.

I 400 colpi

PMB
4
FDM
6
IF
6
MG
6
MM
6
EM
8
RMO
5
GAN
4
LP
5
ES
5
GS
6
media
5.5
Piercing (2018)
Titolo originale: Piercing
Regia: Nicolas Pesce
Genere: Thriller - Produzione: Usa - Durata: 81'
Cast: Christopher Abbott, Mia Wasikowska, Laia Costa, Maria Dizzia, Olivia Bond, Marin Ireland, Dakota Lustick, Wendell Pierce
Sceneggiatura: Nicolas Pesce

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Emanuele Sacchi

Nato nella città delle due discoteche e 106 farmacie, presto smarrito nei meandri del rock e del cinematografo. È ingegnere informatico, benché si finga pensatore umanista. Giornalista pubblicista, critico cinematografico e musicale, collabora con FilmTv, MYmovies.itRumore, Filmidee, Asiaexpress ed è direttore della testata web Hong Kong Express (www.hkx.it). È autore di 50x35mm - Soundtrack Rumorose (Homework, 2016), con Stefano Locati di Il nuovo cinema di Hong Kong - Voci e sguardi oltre l'handover (Bietti, 2014) e con Francesca Monti di Richard Linklater - La deriva del sogno americano (Bietti, 2017). Film: Apocalypse Now (ma non Redux). Album: Forever Changes dei Love (anche per il titolo).

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy