Jessica Forever di Caroline Poggi, Jonathan Vinel - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Stregata dalla luna è il film da salvare oggi in TV.
Su Sky Romance alle ore 21:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«E questo è quanto (Casinò - Martin Scorsese)»

cinerama
9277
servizi
3733
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Recensione pubblicata su FilmTv 14/2020

Jessica Forever


Regia di Caroline Poggi, Jonathan Vinel

Attorno a Jessica (una regina spodestata? Una dea ripudiata? Una star in fuga?) ruota un gruppo di orfani, giovani traumatizzati a cui la vita ha negato l’amore: insieme cercano una dimora protetta dalle minacce di un nemico che li perseguita. Se l’ambientazione è contemporanea fino all’iperrealismo, lo spazio scenico si impregna di suggestioni che profumano di epoche antiche e dimensioni fantastiche. Poggi e Vinel (Orso d’oro a Berlino 2014 per lo splendido corto Tant qu’il nous reste des fusils à pompe, che vale oggi come un programma d’intenti) esordiscono nel lungo con uno stilizzatissimo poema cavalleresco (eroismo e fratellanza, incantesimi e magie, oltretomba in dialogo col mondo dei vivi), una straniante tragedia emo che - nutrendosi di contrasti, di anacronismi e di una scrittura enfaticamente letteraria - dipinge una giovinezza senza un posto da occupare in una società (che è la nostra) che annega nel suo vacuo benessere. Un racconto che, se inizia con l’investitura di un nuovo arrivato, lo fa solo per creare l’illusione di un protagonista. Azzerando psicologie, procedendo per ellissi (l’avversario è enigmatico e incorporeo, materializzandosi attraverso uno stormo di droni), inanellando sipari di onirismo glaciale, i registi creano un’opera ricercatamente artificiale, che ibrida generi e fa incrociare la Giovanna d’Arco di Luc Besson con la Hadewijch di Bruno Dumont. Che presuppone l’action videoludico senza mostrarlo e sa guardare al miglior videoclip. Che ipnotizza lo sguardo consegnandolo a un’idea di cinema originalissima che si amerà o detesterà in egual misura.

I 400 colpi

AC
6
FDM
6
IF
5
AF
3
MM
8
RMO
6
GAN
9
LP
9
GS
8
FT
6
media
6.3
Jessica Forever (2018)
Titolo originale: Jessica Forever
Regia: Caroline Poggi, Jonathan Vinel
Genere: Drammatico/Sci-fi - Produzione: Francia - Durata: 97'
Cast: Aomi Muyock, Sebastian Urzendowsky, Augustin Raguenet, Lukas Ionesco, Paul Hamy, Eddy Suiveng
Sceneggiatura: Caroline Poggi, Jonathan Vinel

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Articoli consigliati


Jessica Forever» Cinerama (n° 29/2019)
Jessica Forever» streaming (n° 03/2020)

Luca Pacilio

Posseduto dalla diabolica Torino, vicedirettore della rivista cinematografica online Gli Spietati, per Film TV cura la sua malattia (la videomusica) e (dunque) la rubrica Videostar, dedicata agli autori e ai protagonisti del video musicale contemporaneo. Amando perdere, e non seguendo il calcio, coltiva le enciclopedie fallimentari di Peter Greenaway.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy