Aquarela di Victor Kossakovsky - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Stregata dalla luna è il film da salvare oggi in TV.
Su Sky Romance alle ore 21:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Certainly it constitutes bad news when the people who agree with you are buggier than batshit.»

scelta da
Lorenza Negri

cinerama
9277
servizi
3733
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Recensione pubblicata su FilmTv 15/2020

Aquarela


Regia di Victor Kossakovsky

Viktor Kossakovsky è un cineasta osservatore, un viaggiatore armato di pazienza e dalla straordinaria sensibilità per gli spazi e le figure (qualcuno ricorderà Viva gli antipodi!). In Aquarela filma l’acqua riprendendola ad altissima definizione, a 96 fotogrammi al secondo, provando a catturarne la materialità sfuggente. Dal lago Bajkal, dove in primavera le macchine sfondano la superficie ancora ghiacciata, alle pareti di ghiaccio dell’Antartide, da una traversata oceanica in barca a vela all’uragano Irma in Florida fino al Salto Angel in Venezuela, Kossakovsky asseconda il movimento dell’acqua allo stato fluido e solido, guarda il ghiaccio staccarsi dalle pareti, segue il galleggiamento degli iceberg, si offre alla potenza delle onde, della pioggia, della cascata. L’immagine oppone la grandiosità della natura alla piccolezza dell’uomo, ma il film non è la semplice celebrazione dell’indifferente potere della nostra madre salvifica e vendicativa. Aquarela è soprattutto la figurazione di tale scontro, la sfida vis à vis dell’immagine al movimento costante dell’acqua: tutto è piatto, diritto, perpendicolare, frontale, nel cuore dell’uragano come nelle riprese a piombo della superficie marina. Se c’è qualcosa di circolare, come il movimento degli argani che ripescano le macchine dal lago, l’effetto è di una visione innaturale, una fatica immane per riportare a galla ciò che in acqua non dovrebbe stare. Lo scontro è apocalittico, come il nome del gruppo metal finlandese a cui appartiene il compositore delle musiche (Apocalyptica); la risultante un film ipnotico e maestoso sulla hybris e sull’impotenza. Nostra e del cinema.

I 400 colpi

PMB
9
MG
7
RM
7
GAN
6
GS
7
media
7.0
Aquarela (2018)
Titolo originale: Aquarela
Regia: Victor Kossakovsky
Genere: Documentario - Produzione: Gran Bretagna/Germania/Danimarca/Usa - Durata: 90'

Sceneggiatura: Viktor Kossakovsky, Aimara Reques
Musiche: Eicca Toppinen
Fotografia: Viktor Kossakovsky, Ben Bernhard

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Roberto Manassero

Roberto Manassero lavora come selezionatore al Torino Film Festival, è capo-redattore del sito www.cineforum.it e collaboratore delle riviste Film Tv e Doppiozero. Ha scritto un libro su P.T. Anderson, uno su Hitchcock e uno sul melodramma hollywoodiano. Tra i curatori del programma del Circolo dei lettori di Novara, tiene lezioni di cinema in scuole, musei e associazioni cultura.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy