The Rhythm Section di Reed Morano - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Francesco Foschini dice che Jane Eyre è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 17:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Scrivere è anche non parlare (Marguerite Duras)»

scelta da
Marianna Cappi

cinerama
9277
servizi
3734
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Recensione pubblicata su FilmTv 17/2020

The Rhythm Section


Regia di Reed Morano

Vorrebbe essere il primo tassello di un franchise, The Rhythm Section, e ne sfodera diligentemente tutti i requisiti necessari: c’è un’eroina in potenza, col volto di un’attrice ansiosa di ricostruirsi un’immagine più adulta e cazzuta; un trauma incombente, come in ogni origin story che rispetti, da metabolizzare via rituale rigenerazione; infine, un appropriato ordito spionistico a fare da banco di prova per la neonata paladina, chiamata a sventare una losca ridda di terroristi e professionisti dell’insabbiamento. I suoi passi - perlomeno nel primo atto, più livido e introspettivo - riecheggiano quelli di un’altra emarginata tramutata in eroina action, la Nikita di Besson (addestramento intensivo e look compreso, a partire dal caschetto corvino). Ma è soprattutto su James Bond ed epigoni che si plasma il secondo atto: eredità dei produttori, Barbara Broccoli e il fratellastro Michael G. Wilson (gli stessi di 007), pronti a concedere in prestito tutti gli stilemi della loro saga più fortunata (inseguimenti mozzafiato, intrecci rigorosamente intercontinentali, travestimenti ingegnosi). Non è la prima volta che si tenta la riscrittura in gender swap di Bond: ci aveva provato, per esempio, Atomica bionda, ben più adrenalinico e disinibito nell’assecondare un dispositivo di genere ormai rodato. Se ne rimpiangono, qui, la sfacciataggine e il ritmo serrato - un peccato, dato che le poche sequenze action sono gestite con disinvolta agilità - ridotti a parentesi di un poderoso apparato drammatico. L’incertezza si sconta nel risultato, corretto ma flebile. Come una fotocopia un po’ sbiadita.

I 400 colpi

AF
7
RMO
5
LP
5
media
5.2
The Rhythm Section (2020)
Titolo originale: The Rhythm Section
Regia: Reed Morano
Genere: Spionaggio - Produzione: Usa/Gb/Spagna - Durata: 109'
Cast: Blake Lively, Jude Law, Sterling K. Brown, Max Casella, Richard Brake, Elly Curtis, David Duggan, Matilda Ziegler, Bill O'Connell, Shane Whisker, Raza Jaffrey, Daniel Mays, Jade Anouka
Sceneggiatura: Mark Burnell

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy