Tornare di Cristina Comencini - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Pier Maria Bocchi dice che Stregata dalla luna è il film da salvare oggi in TV.
Su Sky Romance alle ore 21:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«All work and no play makes Jack a dull boy»

cinerama
9277
servizi
3733
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Recensione pubblicata su FilmTv 18/2020

Tornare


Regia di Cristina Comencini

 Torna Cristina Comencini a scandagliare la psiche di una donna, a caccia di incubi rimossi. Come in La bestia nel cuore, forse il suo film più celebre (anch’esso sceneggiato con la figlia Giulia Calenda, qui insieme a Ilaria Macchia). Ma Tornare è meno corale, tutto racchiuso nella casa di Posillipo che Alice, giornalista italoamericana a lungo lontana, deve sbaraccare dopo la morte del padre, ufficiale statunitense nella base NATO di Napoli Capodichino. Tra i meandri della villa al mare dove la donna trascorse infanzia e adolescenza gli incontri e i confronti, uno con Marc, uomo gentile, distinto e tormentato, e un altro con una diciottenne che sembra vivere abusivamente nella casa, e di cui non riveliamo l’identità. Man mano che si scende verso il mare, attraverso scale e grotte, il trauma riaffiora. Il paese delle meraviglie che risucchia l’Alice interpretata da Giovanna Mezzogiorno (una prova difficile la sua, a tratti spigolosa) è naturalmente cupo, quasi horror, la stessa regista descrive Tornare come un «thriller dell’anima». Ma la coerenza narrativa del genere non è rispettata, la discesa agli inferi è tutta di testa, il conflitto sempre entro il perimetro psicanalitico della protagonista, tanto che i misteri della casa perdono d’un tratto d’interesse e il colpo di scena rivelatore, finalmente con un che di crudo e realistico, appare quasi fuori luogo, forzato. Il problema è soprattutto la predominanza della scrittura sulla messa in scena, la mancanza di una tensione anche, se si vuole, introspettiva, che nasca però dallo sguardo e non dal didascalismo delle situazioni.

I 400 colpi

PA
5
SE
1
MG
4
RMO
4
LP
4
FT
4
media
3.7
Tornare (2019)
Titolo originale: -
Regia: Cristina Comencini
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 107'
Cast: Giovanna Mezzogiorno, Vincenzo Amato, Beatrice Grannò, Clelia Rossi Marcelli, Marco Valerio Montesano, Trevor White, Antonio Acampora, Tim Ahren, Carla Carfagna, Astrid Meloni
Sceneggiatura: Cristina Comencini, Giulia Calenda, Ilaria Macchia

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Mauro Gervasini

Firma storica di Film Tv, che ha diretto dal 2013 al 2017, è consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e insegna Forme e linguaggi del cinema di genere all'Università degli studi dell'Insubria. Autore di Cuore e acciaio - Le arti marziali al cinema (2019) e della prima monografia italiana dedicata al polar (Cinema poliziesco francese, 2003), ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare su cinema francese e di genere.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy