Bull di Annie Silverstein - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che eXistenZ è il film da salvare oggi in TV.
Su Sky Cinema Suspense alle ore 22:45.

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«E questo è quanto (Casinò - Martin Scorsese)»

cinerama
9406
servizi
3881
cineteca
3235
opinionisti
2218
locandine
1096
serialminds
1027
scanners
514
Recensione pubblicata su FilmTv 20/2020

Bull


Regia di Annie Silverstein

Luci al neon, grilli in sottofondo, polli che scorrazzano pigri nel cortile (e ci schiattano, a volte, mollando lì per i posteri la loro carcassa): il Texas dei reietti e degli esclusi, di quegli ultimi che neanche con un miracolo saranno i primi, è servito, e bastano poche inquadrature per capire che la distanza tra i due protagonisti va misurata in gradi di degradazione, più che separazione. Lei, l’adolescente Kris - una sorellina cui si dimentica troppo spesso di badare, l’espressione azzerata del toro che sa di non poter ambire a un orizzonte più ampio del proprio recinto e una madre che la educa all’homo homini lupus direttamente dalla galera -, gli irrompe in casa insieme a un manipolo di coetanei in cerca di emozioni alcoliche; lui, Abe - 40 anni e passa da torero e una carriera che ha visto giorni sicuramente migliori - s’infuria ma poi prende a cuore la ragazzina, portandosela appresso al rodeo. Decisamente a suo agio con il mondo di fallimento e disperazione che punteggia di baracche il paesaggio desolato d’America, e con le enclavi à la Tiger King, in cui tutto un paese sublima negli animali selvaggi e nei riti condivisi a essi legati la sua violenza endemica, al primo lungo (Un certain regard 2019) Silverstein concede ai personaggi lo spazio per abitare uno sguardo che appartiene a loro e a loro soltanto: il trash è democraticamente white e black, l’incontro non redime per forza e il giudizio, coerentemente, è sospeso. Atmosfera dopo atmosfera, resta in bocca il sapore che assume la vita quando scorre ai margini: amaro, sì, ma delicato. Sintetico, quasi.

I 400 colpi

PMB
6
SE
4
RM
5
EM
5
RMO
7
GAN
5
LP
6
GS
5
FT
6
media
5.6
Bull (2019)
Titolo originale: Bull
Regia: Annie Silverstein
Genere: Drammatico - Produzione: Usa - Durata: 105'
Cast: Yolonda Ross, Rob Morgan, Troy Anthony Hogan, Karla Garbelotto, Lee Stringer, Amber Havard, Keira Bennett
Sceneggiatura: Annie Silverstein, Johnny McAllister

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy