The Lighthouse di Robert Eggers - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Francesco Foschini dice che Jane Eyre è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 17:00.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«We want our film to be beautiful, not realistic.»

cinerama
9277
servizi
3734
cineteca
3168
opinionisti
2183
locandine
1086
serialminds
993
scanners
511
Recensione pubblicata su FilmTv 21/2020

The Lighthouse


Regia di Robert Eggers

L’horror è una brutta bestia. Perché raramente, anzi, diciamo serenamente mai, permette ai registi di essere più intelligenti di sé. Pensateci: i più grandi, da sempre, anche quelli con una personalità fortissima, si sono sempre arresi all’horror, riconoscendogli - in quanto, prima di tutto, sentimento e affetto - l’egemonia. In questo modo sono nati sia i capolavori, sia le poetiche autoriali. Nessun altro genere è così esclusivo e autosufficiente (gli si avvicina forse soltanto il western). Robert Eggers invece si crede un tale genio che l’horror se lo piega in testa, e non nel cuore o nella pancia. Quel che è peggio, purtroppo, e mi rendo conto si tratti di un discorso un po’ ambiguo, nel suo essere così scopertamente pensante finisce per vestire i panni dello scorpione nella favola con la rana. E la rana, naturalmente, è il suo film. Entrambi, comunque, annegano nel mare della protervia. Non c’è un solo minuto in The Lighthouse, tanto tecnico quanto “tematico”, che non sia dimostrativo; non c’è una sola immagine che non si riveli letterale; non una scena, non un sussulto, non una parola che non siano governati e, a conti fatti, repressi. In questo faro del New England, nel 1890, dove due guardiani perdono la ragione e il contatto con la realtà, vige la regola disgraziata dell’esibita muscolosità stilistica. Ed è un peccato capitale. Oltre che una pena. Non serve rimpiangere altre immagini, altri autori, altri film analoghi. L’horror è libero per natura, è disinvolto e svincolato, non è un servo e non può essere né comandato né imposto. Neppure oggi, in epoca di sfrenata riarticolazione neomoderna.

I 400 colpi

PMB
3
FDM
7
SE
7
IF
7
AF
7
RM
4
MM
6
EM
4
FM
4
RMO
7
GAN
9
LP
7
ES
4
GS
7
media
5.8
The Lighthouse (2019)
Titolo originale: The Lighthouse
Regia: Robert Eggers
Genere: Grottesco/Horror - Produzione: Usa/Canada - Durata: 109'
Cast: Robert Pattinson, Willem Dafoe, Valeriia Karaman
Sceneggiatura: Robert Eggers, Max Eggers

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Articoli consigliati


The Lighthouse» Cinerama (n° 21/2020)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy