In prima linea - Una donna in marina di Hélène Fillières - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Dario Stefanoni dice che La scimitarra del saraceno è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 06:30.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«We want our film to be beautiful, not realistic.»

cinerama
9311
servizi
3784
cineteca
3199
opinionisti
2198
locandine
1090
serialminds
1009
scanners
513
Recensione pubblicata su FilmTv 26/2020

In prima linea - Una donna in marina


Regia di Hélène Fillières

Donne soldato, connubio difficilissimo al cinema causa alto rischio stereotipi. Aggirati per esempio da The Fighters - Addestramento di vita di Thomas Cailley (2014), che nonostante l’assurdo titolo italiano (Les combattants quello originale) è uno dei migliori film francesi dell’ultimo decennio. Lì Adèle Haenel partecipava alla formazione dell’Armée de terre, In prima linea - Una donna in marina prende invece la via del mare, dall’École des fusiliers marins di Lorient. Dove arriva Laure, ventenne figlia di un’attrice celebre, poliglotta, poco comunicativa e apparentemente fragile. Per questo viene spedita in ufficio, sotto la guida del capitano di fregata Rivière, imperscrutabile e implacabile. Sensibile al grido delle armi, la ragazza cerca però un riscatto sul campo. Il campionario di cliché tipico dell’ambiente maschile che mal sopporta una donna è rispettato quasi alla lettera, dopodiché smontato dalla regista-attrice Hélène Fillières (la mitica boss corsa Sandra Paoli della serie di Hugues Pagan Mafiosa) che gioca di freddezza e sottrazione trasformando una storia dai presupposti risaputi in un percorso di formazione prima di tutto psicologico. «Il dolore è uno stato mentale» grida a un certo punto l’addestratore, ma tutta la tensione tra i caratteri, specie i due principali, è costruita a livello interiore, lasciando che azione e contesto amplifichino il duello tra cuori in inverno. I registi preferiti nonché modelli di Fillières sono (giuro!!!) Jean-Pierre Melville e Michael Mann e - si parva licet ovviamente - una ricerca espressiva in quella direzione è evidente. Ottimi Diane Rouxel e Lambert Wilson.

In prima linea - Una donna in marina (2018)
Titolo originale: Volontaire
Regia: Hélène Fillières
Genere: Drammatico - Produzione: Francia - Durata: 101'
Cast: Lambert Wilson, Diane Rouxel, Alex Descas, Josiane Balasko, Hélène Fillières, Corentin Fila, André Marcon, Igor Kovalsky, Jonathan Couzinié, Marc Fraize
Sceneggiatura: Hélène Fillières, Mathias Gavarry

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Mauro Gervasini

Firma storica di Film Tv, che ha diretto dal 2013 al 2017, è consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e insegna Forme e linguaggi del cinema di genere all'Università degli studi dell'Insubria. Autore di Cuore e acciaio - Le arti marziali al cinema (2019) e della prima monografia italiana dedicata al polar (Cinema poliziesco francese, 2003), ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare su cinema francese e di genere.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy