7500 di Patrick Vollrath - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Dario Stefanoni dice che La scimitarra del saraceno è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 06:30.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo di carriera pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Life... don't talk to me about life...»

scelta da
Alice Cucchetti

cinerama
9311
servizi
3784
cineteca
3199
opinionisti
2198
locandine
1090
serialminds
1009
scanners
513
Recensione pubblicata su FilmTv 26/2020

7500


Regia di Patrick Vollrath

Sul volo Berlino-Parigi alcuni terroristi kamikaze cercano di impadronirsi dell’aereo e fare una strage. Sfruttando elementi sintomatici per enfatizzare la tensione (spazio irrisorio, nevralgico uso del fuoricampo, dilemmi morali) e una narrazione dagli snodi piuttosto prevedibili, l’esordiente regista tedesco Patrick Vollrath rinuncia volutamente ad approfondire tematiche politiche e motivazioni ideologiche (che emergono solo in un brevissimo frammento), esaltando al contrario le dinamiche della paura (di tutti, compresi i terroristi: e sarà una chiave fondamentale per l’epilogo): non siamo dalle parti di United 93 per capirci, ma piuttosto da quelle minimaliste di Locke e volendo anche di Il colpevole - The Guilty. 7500 (che è il codice di allarme in caso di dirottamento) centra così il suo obiettivo, perché ne esce un racconto ansioso e claustrofobico, un thriller da camera che vive soprattutto dei gesti anche ordinari, ognuno dei quali ha sempre delle conseguenze, affidando l’impatto più vibrante e stressante all’esasperazione di ogni rumore, da quello degli oggetti usati con forza per abbattere la porta della cabina di pilotaggio a quello della pioggia sui finestrini e o della rissa tra passeggeri e terroristi; e tutto in assenza di rinforzi musicali. E mentre il mondo esterno alla cabina e anche all’aereo intero è sempre filtrato attraverso monitor (incipit compreso) o finestrini, Joseph Gordon-Levitt lavora su una traumatica alterazione, riuscendo a tramettere un’angoscia costante, specie nei momenti più drammatici (una delle hostess è la sua compagna), quando ogni scelta sembra comunque sbagliata.

I 400 colpi

AA
7
AF
8
RMO
7
LP
5
media
6.7
7500 (2019)
Titolo originale: 7500
Regia: Patrick Vollrath
Genere: Thriller - Produzione: Germania/Austria/Usa - Durata: 93'
Cast: Joseph Gordon-Levitt, Omid Memar, Aylin Tezel, Aurélie Thépaut, Carlo Kitzlinger, Murathan Muslu, Paul Wollin, Hicham Sebiai, Cornel Nussbaum, Passar Hariky
Sceneggiatura: Patrick Vollrath, Senad Halilbasic

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy