Guerra e pace di Massimo D'Anolfi, Martina Parenti - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che Il buono, il brutto e il cattivo è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 21:10.

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«Noi siamo orfani della Rivoluzione. E spesso pensiamo che non c'è più una vittoria possibile, che il mondo è disincantato e alla fine ci rassegniamo. Il cinema, al contrario, ci dice, a suo modo, che ci sono vittorie possibili anche nel mondo peggiore.... Non bisogna disperarsi. È quel che il cinema ci racconta, io credo. Ed è per questo che dobbiamo amarlo. (Alain Badiou)»

scelta da
Mariuccia Ciotta

cinerama
9425
servizi
3895
cineteca
3240
opinionisti
2222
locandine
1097
serialminds
1028
scanners
514
Recensione pubblicata su FilmTv 36/2020

Guerra e pace


Regia di Massimo D'Anolfi, Martina Parenti

Immagini di guerra: le pellicole dell’Istituto Luce e della Cineteca Svizzera; le mappe che inseguono i territori in conflitto nelle stanze dell’Unità di crisi del Ministero degli esteri; la didattica dell’ECPAD del Ministero della difesa francese in cui soldati vengono formati a leggerle e a costruirle, le immagini, a cominciare dai selfie. D’Anolfi-Parenti tornano a un titolo sottratto alla letteratura per reinquadrare il passato (e i suoi fantasmi) come nuovi Gianikian/Ricci Lucchi, osservare incredibili luoghi mai visti prima (l’Unità di crisi, l’ECPAD) nel segno di Wiseman, ricostruire economia ed ecologia dell’immaginario bellico come avrebbe fatto un Farocki: ma è un cinema unico, oltre i generi, insieme doc d’osservazione e film-saggio, capace di argomentare dentro al reale, e sempre interessato, in primis, eticamente, all’uomo e al suo lavoro.

I 400 colpi

GS
9
Guerra e pace (2020)
Titolo originale: -
Regia: Massimo D'Anolfi, Martina Parenti
Genere: Documentario - Produzione: Italia/Svizzera - Durata: 129'

Sceneggiatura: Massimo D'Anolfi, Martina Parenti
Musiche: Massimo D'Anolfi
Montaggio: Massimo D'Anolfi, Martina Parenti
Fotografia: Martina Parenti

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy