Il meglio deve ancora venire di Alexandre de La Patellière, Matthieu Delaporte - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che Il buono, il brutto e il cattivo è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 21:10.

Scompare a 90 anni l'attore feticcio di Ingmar Bergman, indimenticabile in Il settimo sigillo , in seguito “rubato” da Hollywood per ruoli memorabili. A cominciare da padre Merrin in L’esorcista. Riproponiamo l'articolo pubblicato su Film Tv in occasione del suo ottantesimo compleanno.

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«We want our film to be beautiful, not realistic.»

cinerama
9425
servizi
3895
cineteca
3240
opinionisti
2222
locandine
1097
serialminds
1028
scanners
514
Recensione pubblicata su FilmTv 37/2020

Il meglio deve ancora venire


Regia di Alexandre de La Patellière, Matthieu Delaporte

Due amici improbabili. Uno è pignolo e austero, ama Proust e la scienza, «va a letto presto, differenzia i rifiuti e vota centro». L’altro è un uomo dissoluto e privo di tatto, un donnaiolo che ha «sbagliato tutto nella vita», ma gli va bene così. Uno scopre di avere un cancro, l’altro pure. Anzi no, uno finge di averlo perché l’altro, che invece ce l’ha e non lo sa, si sente meglio grazie all’aiuto che dà all’amico “malato”... Insomma, un bel casino, che agita due vite già abbastanza incasinate. La nuova commedia (con dramma e lieto fine) della premiata ditta DelaporteDe La Patellière (Cena tra amici) parte da un equivoco inverosimile, una premessa da pochade, ma ferale e sentimentale. Un’idea-canovaccio offerta al mestiere di Fabrice Luchini e Patrick Bruel, come fossero sul palcoscenico di un teatro, impegnati a rendere credibile l’esile preambolo. Ma questo film in realtà ne contiene almeno due o tre, ed ecco allora la storia di un’amicizia buffa e affettuosa, dentro una rincorsa a soddisfare i desideri dell’altro. E poi i drammi irrisolti, la figlia che non tollera la pedanteria di Arthur, il padre di César sepolto in un passato che non vuole rivivere. C’è anche una donna, ex malata e terapeuta, coinvolta nel bailamme dei malintesi e delle bugie. È quasi un genere, questa commedia “alla francese” un po’ senile, che gioca con i grandi temi, se ne frega della verosimiglianza psicologica, ma alla fine affonda i colpi della commozione. Si ridice il paradosso della morte che aiuta a vivere, perché rende tutto più vero, essenziale. La regia, più che invisibile, è assente. I due mattatori spesso improvvisano e ogni tanto ci credi.

I 400 colpi

SE
7
FM
4
RMO
7
media
6.0
Il meglio deve ancora venire (2019)
Titolo originale: Le meilleur reste à venir
Regia: Alexandre de La Patellière, Matthieu Delaporte
Genere: Commedia - Produzione: Francia/Belgio - Durata: 117'
Cast: Fabrice Luchini, Patrick Bruel, Zineb Triki, Pascale Arbillot, Marie Narbonne, Jean-Marie Winling, André Marcon, Thierry Godard, Martina García, Sébastien Pierre
Sceneggiatura: Alexandre de La Patellière, Matthieu Delaporte

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Fabrizio Tassi

Critico cinematografico, giornalista professionista, ma anche scrittore, autore di opere teatrali, direttore artistico di festival culturali, docente di cinema per scuole, enti, associazioni. Vicedirettore di Cineforum, rivista e sito, oltre a collaborare con FilmTv scrive anche per Micromega. L'incontro con l'animatore marchigiano Simone Massi ha prodotto un libro (Nuvole e mani per minimum fax), un documentario (Animata resistenza, regia di Girotto-Montagner, Leone nel 2014 per il Miglior documentario sul cinema ) e la sigla della Mostra del cinema di Venezia. Appassionato di montagna, libri e filosofia (soprattutto orientale). Ottimo camminatore. 

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy