La verità su La dolce vita di Giuseppe Pedersoli - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Sergio M. Grmek Germani dice che Gli amori di Astrea e Celadon è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai3 alle ore 01:25.

La Berlinale conferma: il suo fondatore è stato un consigliere nazista

Si sta trasformando il dibattito su un tema maledettamente serio come il razzismo nella solita farsa. Per una volta, però, non siamo solo noi italiani a sfidare il senso del ridicolo, visto che una catena di supermercati svizzera ha deciso di ritirare i mitici Moretti solo perché si chiamano così. Ai Moretti Tommaso Labranca dedicò un suo Collateral nel 2011, urgente e formidabile oggi più di ieri.

Su Film Tv n° 23 abbiamo dedicato un Serial Graffiti all'universo di True Detective . Qui vi riproponiamo la recensione della prima stagione.

L'esorcista di William Friedkin è in streaming su Prime Video

Una delle uscite (annullate) del mese è un film di un autore spesso segnalato nella nostra rubrica Scanners. Doppia pelle di Quentin Dupieux era programmato per il 19 marzo. Recuperiamone un altro, tra i suoi, mai arrivato in Italia.

La citazione

«All work and no play makes Jack a dull boy»

cinerama
9490
servizi
3958
cineteca
3269
opinionisti
2239
locandine
1101
serialminds
1041
scanners
516
Recensione pubblicata su FilmTv 38/2020

La verità su La dolce vita


Regia di Giuseppe Pedersoli

Raccontare la genesi di un capolavoro dal punto di vista non degli artisti, ma dei produttori. È un partito preso, che innesca una retorica inevitabile (le virtù del produttore: lungimiranza, pazienza, concretezza); ma nel caso di La dolce vita ha risvolti interessanti e spesso impensati, che Giuseppe Pedersoli ricostruisce attraverso documenti in gran parte inediti. Certo, in quanto nipote è logico che costruisca un monumento a nonno Peppino Amato. Ma senza Amato, che strappò il progetto al titubante Dino De Laurentiis (che sognava Paul Newman come protagonista) ci sarebbe stata La dolce vita? E senza Amato, Fellini sarebbe uscito indenne dallo scontro con l’altro produttore, Angelo Rizzoli, preoccupato solo dei costi che lievitavano, e sobillato contro il regista riminese da tutta una cricca? Amato ebbe il merito di credere subito nel film. E ci rimise letteralmente la salute. Tutto ciò il film lo racconta bene, alternando sequenze di docufiction sobrie e funzionali a interviste nuove (tra cui Mario Sesti e una Sandra Milo un po’ debordante) e materiali d’archivio. Certo, in meno di 90 minuti non si può dire tutto, e qualche ricerca in più si poteva fare (basta prendere il Fofi-Faldini per scoprire che il co-sceneggiatore Brunello Rondi, qui ignorato, fece molto più di Ennio Flaiano). Ma le parole della recensione di Pasolini sono sufficienti per aprire vertigini interpretative, intravedere la modernità di un film di cui tanti giovani, ahinoi, conoscono solo quell’omaggio-remake letterale e non dichiarato che è La grande bellezza

La verità su La dolce vita (2020)
Titolo originale: -
Regia: Giuseppe Pedersoli
Genere: Docufiction - Produzione: Italia - Durata: 83'
Cast: Luigi Petrucci, Antonio Andreottola, Mauro Racanati
Sceneggiatura: Giuseppe Pedersoli, Giorgio Serafini

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Alberto Pezzotta

Alberto Pezzotta si è occupato di cinema italiano (Ridere civilmente. Il cinema di Luigi Zampa; Il western italiano; Regia Damiano Damiani; Mario Bava; la curatela, con Stefania Parigi, di Il lungo respiro di Brunello Rondi), di storia della critica (La critica cinematografica; la curatela, con Anna Gilardelli, di Alberto Moravia, Cinema italiano. Recensioni e interventi 1933-1990), di cinema orientale (Tutto il cinema di Hong Kong). Ha collaborato alla Storia del cinema mondiale di Gian Piero Brunetta e alla Storia del cinema italiano del CSC, oltre che a riviste come “Bianco e Nero”, "Imago", “8 1/2”. Scrive di cinema e musica su "Blow Up". Ha tradotto libri, tra gli altri, di Chinua Achebe, Eric Bogosian, Harry Crews, James Dickey, Barry Gifford, Jim Harrison, Hanif Kureishi, Lorrie Moore, Joyce Carol Oates, Hugues Pagan, Derek Raymond, Colm Tóibín.
Twitter: @APezzotta.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy