Chick Fight di Paul Leyden - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png

La citazione

«Un ingenuo e stupido film americano può insegnarci qualcosa “per mezzo” della sua scempiaggine. Ma non ho imparato mai niente da uno scaltrito film inglese. (Ludwig Wittgenstein)»

cinerama
10246
servizi
4885
cineteca
3650
opinionisti
2449
serialminds
1251
locandine
1154
scanners
532
Recensione pubblicata su FilmTv 20/2021

Chick Fight


Regia di Paul Leyden

Va quantomeno dato atto a questo Chick Fight di non aver la presunzione di porsi come remake a generi invertiti di Fight Club. Da David Fincher (e Chuck Palahniuk) mutua con superficialità giusto gli elementi che lo hanno inciso nell’immaginario popolare: l’idea di un individuo sfiancato dalla propria inettitudine (qui una Malin Akerman genericamente scalognata) la cui vita è stravolta in positivo dall’ingresso in un circuito di lotte clandestine - stavolta, per l’appunto, tutto al femminile. La finalità liberatoria del catfight è però solo il pretesto per una successione di frammenti di comicità fisica bacucca incorniciata da volgarità assortite (sessuali & scatologiche a ritmo alternato) che credevamo ormai parcheggiate nelle stupide commedie americane anni zero. A tentar di modernizzare la solfa (ma l’effetto è solo d’impolverarla ulteriormente) l’indigesto corredo di personaggi secondari: un simpatico babbo gay, una poliziotta nera, lesbica e sboccata e una nemica generazione Z (ovviamente Bella Thorne) con cui contendersi un avvenente dottore. Sì, perché, con buona pace di Alec Baldwin mentore avvinazzato che inanella slogan motivazionali sull’autoaffermazione, il velleitario femminismo dispiegato dal film di Paul Leyden si scioglie come neve al sole nel suo reiterare lo stereotipo dell’ineluttabile rivalità tra donne e nell’attribuire a un testosteronico sfogo di aggressività (non è mai nulla più di questo) proprietà risolutive di una crisi esistenziale. Fraintendendo e mandando, di fatti, a tappeto anche il suo supposto messaggio di empowerment.

Chick Fight (2020)
Titolo originale: Chick Fight
Regia: Paul Leyden
Genere: Commedia/Azione - Produzione: Usa - Durata: 97'
Cast: Malin Akerman, Bella Thorne, Dulcé Sloan, Alec Baldwin, Dominique Jackson, Kevin Connolly, Kevin Nash, Alec Mapa, Fortune Feimster, Alexia Barlier
Sceneggiatura: Joseph Downey, Hope Bryant

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Fiaba Di Martino

Fiaba riceve in fasce un nome lezioso che le profetizza l'amore per le storie, nel cinema, sul cinema e del cinema: a dieci anni vota i film disegnando a matita i pollici di Film Tv accanto ai biglietti della multisala più bella di sempre, l'Arcadia; di lì a poco si innamora delle finestre di Hitchcock, degli occhi di Jean Gabin e dell'aplomb di Lauren Bacall, e lo urla al mondo prima dal giornalino scolastico del classico poi dai siti web (MyMovies, Players, PositifCinema, BestMovie.it), mentre frequenta corsi di scrittura alla Scuola Civica di Cinema milanese e scrive un libro su Xavier Dolan con la collega positivista Laura Delle Vedove. Lost in translation nello stereo totale, ritrova se stessa nella pioggia di Madison County, nelle lettere di Gramsci, nelle ferite di David Grossman, nelle urla liberatorie di Sion Sono, nelle risate di Shosanna Dreyfus, nei silenzi di Antonioni, nelle parole di Frances Ha («non sono ancora una vera persona») e nello spazio tra i titoli di testa e quelli di coda.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy