The Nest - L'inganno di Sean Durkin - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png

La citazione

«Non solo Dio non esiste, ma provate a trovare un idraulico durante il week end! (Woody Allen)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
10246
servizi
4885
cineteca
3650
opinionisti
2449
serialminds
1251
locandine
1154
scanners
532
Recensione pubblicata su FilmTv 21/2021

The Nest - L'inganno


Regia di Sean Durkin

Una famiglia fratturata e una donna a pezzi: nove anni dopo l’esordio La fuga di Martha (il titolo italiano appiattiva la pluralità ambigua della protagonista Martha Marcy May Marlene) e dopo aver prodotto opere tematicamente nelle sue corde (come i thriller psicologici in interni stritolanti Piercing e The Rental), Sean Durkin torna alla regia cinematografica e alla cronaca di uno sgretolamento. Quello del nucleo familiare middle class degli O’Hara, che a metà anni 80 traslocano da New York a una solitaria magione di campagna nel Surrey inseguendo il sogno di una fioritura economica, solo per vederne il collasso: il carrierismo di lui, ruspante ex broker, incontra l’illusorietà volatile delle proprie risorse e idee, il fragile e deformante specchietto per allodole in cui si riflette e da cui si propaga l’ipnosi del denaro, la fame di successo (dopotutto siamo in piena reaganomics). Ma a disintegrarsi sotto la rete invisibile e pervasiva che il capofamiglia, come il leader mistificatore di una setta, tesse gradualmente intorno ai suoi cari, è anche la proiezione che la moglie (Carrie Coon, ottima controparte a un elusivo Jude Law) ha di lui, e, di conseguenza, di se stessa. Un’aria spettrale (ossequi al lavoro del direttore della fotografia Mátyás Erdély, già essenziale per László Nemes in Il figlio di Saul e Tramonto) conferisce a The Nest l’apparenza progressiva di un horror, sempre sul punto di far detonare la tensione, che invece defluisce in un finale di amara rassegnazione, con qualche flebile luce (i figli), e dove il fallimento (simboleggiato dalla carcassa di un cavallo dissepolta) è prima di tutto societario.

I 400 colpi

PMB
6
FDM
7
SE
5
RMO
7
LP
5
media
5.8
The Nest - L'inganno (2020)
Titolo originale: The Nest
Regia: Sean Durkin
Genere: Drammatico - Produzione: Gb/Canada - Durata: 103'
Cast: Jude Law, Carrie Coon, Oona Roche, Charlie Shotwell, Tanya Allen, Tattiawna Jones, Marcus Cornwall, Wendy Crewson, Michael Culkin, Adeel Akhtar
Sceneggiatura: Sean Durkin

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Fiaba Di Martino

Fiaba riceve in fasce un nome lezioso che le profetizza l'amore per le storie, nel cinema, sul cinema e del cinema: a dieci anni vota i film disegnando a matita i pollici di Film Tv accanto ai biglietti della multisala più bella di sempre, l'Arcadia; di lì a poco si innamora delle finestre di Hitchcock, degli occhi di Jean Gabin e dell'aplomb di Lauren Bacall, e lo urla al mondo prima dal giornalino scolastico del classico poi dai siti web (MyMovies, Players, PositifCinema, BestMovie.it), mentre frequenta corsi di scrittura alla Scuola Civica di Cinema milanese e scrive un libro su Xavier Dolan con la collega positivista Laura Delle Vedove. Lost in translation nello stereo totale, ritrova se stessa nella pioggia di Madison County, nelle lettere di Gramsci, nelle ferite di David Grossman, nelle urla liberatorie di Sion Sono, nelle risate di Shosanna Dreyfus, nei silenzi di Antonioni, nelle parole di Frances Ha («non sono ancora una vera persona») e nello spazio tra i titoli di testa e quelli di coda.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy