Jolt - Rabbia assassina di Tanya Wexler - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Qualcosa è cambiato è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 21:10.

Avventure da vedere e rivedere, capolavori dell’animazione e lezioni sul rapporto tra uomo e natura: sono i film dello Studio Ghibli, (quasi) tutti disponibili su Netflix.

È una questione di intesa. Lo sguardo di Jonah Hill su Stevie è simile a quello di Jodie Foster su Fred in Il mio piccolo genio . Entrambi con lo stesso provvisorio smarrimento, la stessa solitudine. Con una differenza: l’attrice, nel suo esordio nella regia, era anche protagonista. Jonah Hill no: si affida anima e corpo al bravissimo protagonista, Sunny Suljic, già sorprendente in Il sacrificio del cervo sacro . E poi ancora strani incroci: Scott Rudin, tra i produttori di Mid90s e anche di Il mio piccolo genio .

Il miglior film hollywoodiano dell’anno l’ha fatto la HBO, naturalmente è una miniserie e non un film, ma della Hollywood perduta (non necessariamente quella classica) riprende l’impostazione e la tradizione di trarre da un bestseller un’opera d’autore colta e insieme popolare, come un tempo erano film quali Ragtime , La scelta di Sophie o Il colore viola .

«Continuare a vivere significa continuare a fare film» dice Máximo Espejo, il regista di Légami! È paralizzato sulla sedia a rotelle, in preda a pulsioni fisiche voraci e inappagabili per la bella protagonista, ma non importa: importa il cinema, che si fa «con il cuore e con i coglioni», e quelli funzionano. Il cinema si deve , anche se non si vede : il cinema si fa anche da ciechi, ed è il caso di Mateo Blanco, che perde la vista e l’amore in un incidente ma torna alla celluloide per ricomporre Gli abbracci spezzati .

Sperimentatore eccentrico con l’umiltà del mestierante o dell’artigiano, Nobuhiko Ôbayashi è divenuto un culto per caso, per la sua instancabile volontà di immaginare, al di fuori da ogni schema. Al nome del regista giapponese in genere viene associato un solo titolo: House (1977). Un caso difficilmente superabile di follia su pellicola, in cui l’immaginazione sale al potere senza che nessun limite - di budget, buon gusto o buon senso - la possa rallentare.

La citazione

«Smettete di pensare che la scienza possa aggiustare tutto se le date 3 miliardi di dollari. (Kurt Vonnegut)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
10127
servizi
4781
cineteca
3609
opinionisti
2429
serialminds
1230
locandine
1148
scanners
531
Recensione pubblicata su FilmTv 31/2021

Jolt - Rabbia assassina


Regia di Tanya Wexler

Lindy non è una bambina come le altre. Ha una forza enorme, spettacolare. Purtroppo la governa in malo modo e quando si arrabbia la situazione precipita: i malcapitati ne escono con le ossa rotte. Finisce puntualmente in cura e il suo psichiatra si spinge a sperimentare un apparecchio assai complicato anche da indossare: tramite una scossa riesce a inibire la violenza e a rendere docile la donna, che nel frattempo è cresciuta, ma non guarita. La comparsa, attraverso l’incontro con uno sconosciuto, di una possibile relazione porta Lindy a provare qualcosa di nuovo e a sentirsi più amata, anche se l’uomo, che si definisce un contabile, non è a conoscenza dei suoi smisurati poteri. Quando questi viene trovato ucciso, Lindy si mette sulle tracce del possibile assassino, ma gli ostacoli sono innumerevoli. Tanya Wexler amministra una storia quasi da supereroina con una cadenza da commedia thriller, cercando di scavalcare le insidie di una narrazione abbastanza catalogata. Ne consegue che tutto l’apparato femminista trova una dimensione efficacemente ovvia, ma senza disdire momenti decisamente divertenti (su tutte, la scena della fuga dall’ospedale è ben orchestrata). Tuttavia il film alla lunga disperde molta della sua carica, nell’ingorgo di un racconto che per non essere troppo ripetitivo (e il rischio esiste) ci omaggia di una svolta finale che vorrebbe essere sorprendente. Kate Beckinsale ci mette la grinta giusta per essere credibile e piacevole, Stanley Tucci è inattaccabile, il villain ha una faccia convincente, la coppia di sbirri (CannavaleCox) è ben assortita. Se non si chiede troppo, si esce soddisfatti.

I 400 colpi

IF
5
AF
7
MG
6
RMO
6
media
6.0
Jolt - Rabbia assassina (2021)
Titolo originale: Jolt
Regia: Tanya Wexler
Genere: Azione/Thriller - Produzione: Usa - Durata: 91'
Cast: Kate Beckinsale, Jai Courtney, Stanley Tucci, Bobby Cannavale, Laverne Cox, Constantine Gregory, Ori Pfeffer, David Bradley, Susan Sarandon, Lewis Ian Bray, Nathan Cooper, Joseph Grogan, Sophie Sanderson, Steven Osborne, Tom Xander, Evan Sharp, Savvy Cle
Sceneggiatura: Scott Wascha

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy