Psychobitch di Martin Lund - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png

La citazione

«Revolution is my boyfriend»

cinerama
10246
servizi
4885
cineteca
3650
opinionisti
2449
serialminds
1251
locandine
1154
scanners
532
Recensione pubblicata su FilmTv 33/2021

Psychobitch


Regia di Martin Lund

Pregi e limiti, slanci e frenate di Psychobitch, opera terza del norvegese Martin Lund, si possono racchiudere tutti nella manciata di minuti che chiude il film: siamo al ballo della scuola, come nel finale di ogni rom com liceale che si rispetti, e Marius e Frida finalmente si ritrovano. Compiono il percorso inverso di Vic e Mathieu di Il tempo delle mele: se questi ultimi danzavano un lento a tempo di disco, Marius e Frida si scatenano come percorsi da scosse elettriche, mentre un valzerino beneducato gracchia nell’aria. Ma a ben vedere, tutti e quattro stanno facendo la stessa cosa: rivendicano il diritto a ballare da soli, a sentirsi vivi dentro i loro corpi acerbi, a fregarsene di tutto e di tutti. Marius è un tipo giusto, destinato a finire con la bella della scuola, eppure sceglierà Frida, la “puttana psicopatica”. La storia è sempre la stessa, da Cenerentola a John Hughes. E va bene così. Lund non si cura di nascondere i suoi maestri, e basta l’ambientazione ovattata della notte artica norvegese - con la sua tavolozza anemica e boreale, radicalmente estranea all’immaginario di Hughes & Co. - a conferire a Psychobitch un look tutto suo. In questo paradiso asettico, Marius è arcistufo della gabbia dorata di noia e conformismo in cui è rinchiuso, e pulsa di una rabbia autentica. Ma la sua controparte Frida, parente prossima di mille altre manic pixie dream girl, rimane invece una figurina scolorita. E come spesso accade, la malattia mentale - lei ha tentato ripetutamente di togliersi la vita - non è che un dettaglio romanticizzato: Frida è svitata a sufficienza per affascinare, ma mai abbastanza da costringerci a calarci nell’abisso insieme a lei.

I 400 colpi

FM
6
RMO
7
media
6.5
Psychobitch (2019)
Titolo originale: Psychobitch
Regia: Martin Lund
Genere: Drammatico - Produzione: Norvegia - Durata: 109'
Cast: Jonas Tidemann, Elli Rhiannon Müller Osborne, Saara Sipila-Kristoffersen, Bethina Nærby, Eilov Gravdal

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Articoli consigliati


Psychobitch» streaming (n° 50/2019)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy