Lucky Day di Roger Avary - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png

La citazione

«Tutti i travestimenti del mondo non coprono la puzza di marcio. (Zatōichi)»

scelta da
Nicola Cupperi

cinerama
10226
servizi
4870
cineteca
3643
opinionisti
2446
serialminds
1247
locandine
1153
scanners
531
Recensione pubblicata su FilmTv 33/2021

Lucky Day


Regia di Roger Avary

Schizzi di sangue rosso sul muro bianco: una carneficina durante una mostra conferma l’idea di cinema di Avary come un frammento di installazioni mobili, uno sguardo che è prima di tutto un gesto fisico, riciclaggio di effetti pop ruvidi dove il cinema, dopo Pulp Fiction, si è fermato per sempre. Red, un abile scassinatore di casseforti, esce di prigione e può finalmente riabbracciare la moglie e la figlia. Ma un killer psicopatico si mette sulle sue tracce per vendicare la morte del fratello e farà di tutto per farlo fuori. A 17 anni dall’esaltante versione del romanzo di Bret Easton Ellis Le regole dell’attrazione, Avary ritorna dietro la macchina da presa dopo le sceneggiature scritte per Silent Hill e La leggenda di Beowulf e realizza un film folle e scombinato, ancora permeato dall’estetica pulp d’inizio anni 90, come si vede nelle luci degli interni (dal blu del locale al bianco accecante della mostra), nei personaggi con sembianze cartoon (come l’omicida interpretato da Crispin Glover, una specie di Terminator francese), nei cervelli che schizzano, nelle sagome funeree e impazzite che potrebbero danzare per sempre. In più, c’è ancora nostalgia della Francia. Dalla Parigi di Killing Zoe si passa alle canzoni di Charles Aznavour e Yves Montand, che rendono l’andamento di Lucky Day un carillon impazzito. Un cinema tra sesso e violenza a cui non crede (quasi) più nessuno tranne Avary, forse Tarantino e un pugno di inguaribili nostalgici per cui il trash e l’arte, il cinema alto e basso possono ancora convivere anche nel modo più malsano. Da non perdere Luke Bracey nei titoli di coda.

Lucky Day (2019)
Titolo originale: Lucky Day
Regia: Roger Avary
Genere: Azione/Commedia - Produzione: Francia/Canada - Durata: 99'
Cast: Luke Bracey, Nina Dobrev, Crispin Glover, Ella Ryan Quinn, Clé Bennett, Clifton Collins jr., David Hewlett, Nadia Farès, Tomer Sisley, Mark Dacascos

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Simone Emiliani

Direttore artistico di Valdarno Cinema Fedic, collabora con Sentieri Selvaggi, Film Tv, Cineforum e Filmcritica. Tra le varie pubblicazioni, i volumi Walter Hill (scritto con Mauro Gervasini, ed. Falsopiano), Dustin Hoffman (ed. Gremese) e Fughe da Hollywood, scritto con Carlo Altinier (ed. Le Mani).

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy