Candyman di Nia DaCosta - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png

La citazione

«Quando la leggenda diventa realtà, si stampi la leggenda (John Ford)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
10208
servizi
4852
cineteca
3636
opinionisti
2443
serialminds
1245
locandine
1152
scanners
531
Recensione pubblicata su FilmTv 35/2021

Candyman


Regia di Nia DaCosta

Candyman, 29 anni dopo il (gran) film di Bernard Rose tratto da The Forbidden di Clive Barker. Un sequel, prima che un remake. Un aggiornamento. E uno specchio, sin dai loghi riflessi che aprono il film, sin dai titoli di testa che se nel 1992 erano in plongée sulla strada ora guardano il cielo. Nell’originale l’uomo nero (letteralmente) allucinava lo sguardo e s’impossessava dei gesti di una ricercatrice universitaria bianca: la usava come tramite per vendicarsi scompostamente di un rimosso storico insistente, dell’ingiustizia perpetuata dai bianchi nei confronti dei neri. E per rispondere, con elegante furia slasher, alla pretesa sociologica di comprendere l’altro, di osservarlo, studiarlo, capirlo. Uno sfregio all’ambizione del mettersi nei panni di. Oggi, quando questa leggenda metropolitana torna, dopo che il suo nome è stato ripetuto cinque volte allo specchio (per l’appunto), lo fa con una coscienza politica maggiormente precisa: entra nella vita di un artista raccomandato dalla compagna curatrice, nera come lui, bussa alla porta di una blackness privilegiata, individualista, superficiale, in asettici appartamenti di luoghi gentrificati. Esattamente come in Noi di Jordan Peele, qui co-sceneggiatore, il demone ha un mandato identitario e politico: distogliere i neri dai falsi miti dell’inclusione, per riattivare una dimensione comunitaria, una coscienza storica, oltre le illusioni paritarie smerciate dal capitalismo. DaCosta sa che non è una storia dell’orrore, ma un manifesto: lo filma con geometrica ed elegante laconicità un poco hipster, si ricorda delle immagini satiriche di De Palma, e tanto basta.

Candyman (2021)
Titolo originale: Candyman
Regia: Nia DaCosta
Genere: Horror - Produzione: Usa/Canada - Durata: 91'
Cast: Yahya Abdul-Mateen II, Teyonah Parris, Nathan Stewart-Jarrett, Colman Domingo, Kyle Kaminsky, Vanessa Williams, Brian King, Miriam Moss, Rebecca Spence, Carl Clemons-Hopkins, Christiana Clark
Sceneggiatura: Jordan Peele

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy