Welcome Venice di Andrea Segre - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png

La citazione

«Tutti i luoghi che ho visto, che ho visitato ora so ne sono certo: non ci sono mai stato. (Giorgio Caproni - Esperienza)»

scelta da
Pedro Armocida

cinerama
10226
servizi
4869
cineteca
3643
opinionisti
2446
serialminds
1247
locandine
1153
scanners
531
Recensione pubblicata su FilmTv 36/2021

Welcome Venice


Regia di Andrea Segre

Alvise e Pietro, uno lo specchio deformato dell’altro, fratelli divisi dalla regina adagiata sulla laguna, Venezia. Il regista di Dolo sente quel profumo di muschio e acqua stagnante che sale su dai canali e l’immobilità solenne della città ai tempi del COVID-19, già raccontata in Molecole (2020). Atmosfera instabile sospesa sulle calli, attesa della rinascita. Ma quale? Un’antica casa di pescatori alla Giudecca è al centro della contesa. La famiglia si divide dopo la morte improvvisa del terzo fratello, Tony, tra chi vuol vendere perché ha bisogno di “schei” e chi invece difende la sua vita in mezzo all’acqua, sveglia alle quattro, a caccia di moeche. Cast pregevole (Ottavia Piccolo, Roberto Citran, Andrea Pennacchi, Paolo Pierobon), il film è stato scelto per l’apertura delle Notti veneziane (Giornate degli autori 2021) e torna nei luoghi del pluripremiato Io sono Li (2011). Andrea Segre, lo sguardo attento ai contrasti esistenziali, segue i percorsi paralleli del pescatore e dell’uomo d’affari, che vuole una Venezia consumata per quel che è, un parco a tema. La casa di famiglia dovrà mutarsi in un asettico B&B. Pietro, però, non cede, neppure di fronte alle suppliche dei parenti impoveriti, e dimostra l’antitesi ai paninari veneziani friggendo sul terrazzo i granchi vivi infarinati, le zampette frementi, alla stregua del Pescatore verde di Pinocchio. La tensione sale, la scelta è tra passato e futuro. Ma il film scarta, va oltre, allude a un’altra Venezia, liberata da un destino segnato. La sua bellezza si impone nelle vedute liquide e sognanti, e sembra irridere turisti e pescatori.

Welcome Venice (2021)
Titolo originale: -
Regia: Andrea Segre
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 100'
Cast: Anna Bellato, Roberto Citran, Sara Lazzaro, Samantha Levitt, Giuliana Musso, Andrea Pennacchi, Ottavia Piccolo, Paolo Pierobon, Stefano Scandaletti, Sandra Toffolatti
Sceneggiatura: Andrea Segre

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Mariuccia Ciotta

Mariuccia Ciotta, giornalista e critico cinematografico, autrice di programmi radio-televisivi, ha scritto saggi e libri su autori e generi. Tra le sue pubblicazioni: Walt Disney – Prima stella a sinistra (Bompiani), Da Hollywood a Cartoonia (manifestolibri), Un marziano in tv (Rai/Eri), Rockpolitik (Bompiani), il Ciotta-Silvestri - Cinema (Einaudi), Il film del secolo (Bompiani). Ha diretto il quotidiano il manifesto.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy