Il profumo del mirto di Christian Canderan - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png

La citazione

«Lui adesso vive ad Atlantide / con un cappello pieno di ricordi / ha la faccia di uno che ha capito / e anche un principio di tristezza in fondo all'anima / nasconde sotto il letto barattoli di birra disperata / e a volte ritiene di essere un eroe. (Francesco De Gregori - Atlantide)»

scelta da
Matteo Bailo

cinerama
10246
servizi
4885
cineteca
3650
opinionisti
2449
serialminds
1251
locandine
1154
scanners
532
Recensione pubblicata su FilmTv 36/2021

Il profumo del mirto


Regia di Christian Canderan

Il profumo del mirto è incentrato sulla figura di Francesco Mattu detto “Kiodo”, un pastore quarantenne che dalla barbagia sarda si è trasferito nella Val Tramontina friulana. Alla parte documentaria, che testimonia la vita del pastore che produce un formaggio particolare e che si è integrato con la popolazione locale, si affianca quella di finzione con doppi flashback del passato dell’uomo in Sardegna. La costruzione di questo triplo percorso però non è sostenuta da un’idea di messa in scena e di racconto del reale che riesca a restituire, non diciamo il profumo del mirto, che neanche si vede, ma neanche le motivazioni di vita e la profondità di una persona. Il film infatti tende a dare molto più spazio a una visione calligrafica, da promozione turistica, dei diversi territori.

Il profumo del mirto (2021)
Titolo originale: -
Regia: Christian Canderan
Genere: Docufiction - Produzione: Italia - Durata: 90'
Cast: Francesco Mattu, Ovidio Lai, Francesco Soru, Caterina Tomasulo, Federico Vacca, Paolo Massaria, Antonio Soru

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Pedro Armocida

Nasco a Madrid nel 1971 quando ancora la Spagna non faceva parte della CE e qualche compagno litigioso alle elementari a Roma mi diceva: “Tornatene nel tuo paese”. Cosa che ho fatto spesso e con gioia. Ufficiale dell’Esercito mancato. Avvocato mancato, mi laureo in Lettere alla Sapienza con tesi sul cinema della Escuela de Barcelona, relatore Giovanni Spagnoletti, che nel Duemila mi chiama a organizzare www.pesarofilmfest.it, di cui dal 2015 sono il direttore artistico. Attualmente scrivo anche per Il Giornale, Ciak, 8½, dirigo le Edizioni dell’Altana e ho curato qualche libro tra cui Esordi italiani. Gli anni Dieci al cinema (2010-2015) (Marsilio) e, insieme ad altri, Romanzo popolare (Marsilio);  Cinema in Spagna oggi (Lindau), Oltre la frontiera. Il cinema messicano contemporaneo (Revolver), Il cinema argentino contemporaneo e l’opera di Leonardo Favio (Marsilio). Sogno un cimitero di campagna e io là. All'ombra di un ciliegio in fiore senza età. Per riposare un poco due o trecento anni. Giusto per capir di più e placar gli affanni.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy