BAC Nord di Cédric Jimenez - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png

La citazione

«Il cinema è come un uomo a cavallo che arriva in una cittadina del West, e noi non sappiamo niente di lui. (Jean-Claude Carrière)»

scelta da
Marianna Cappi

cinerama
10246
servizi
4885
cineteca
3650
opinionisti
2449
serialminds
1251
locandine
1154
scanners
532
Recensione pubblicata su FilmTv 39/2021

BAC Nord


Regia di Cédric Jimenez

BAC Nord è il film evento della stagione cinematografica francese 2021. Un successo inatteso e una strumentalizzazione politica inaudita. In Italia salta la sala, un po’ un peccato soprattutto per la resa su grande schermo della fotografia di Laurent Tangy che sfida a duello la luce di Marsiglia. Senza le polemiche politiche e l’entusiasmo del pubblico resta il film nudo e crudo, un polar abbastanza classico non fosse per il realismo con il quale aggredisce la materia (più vicino a I miserabili di Ladj Ly che non a Olivier Marchal). Ispirato a una storia vera (nomi cambiati ma non l’epilogo raccontato dalle didascalie) narra di tre agenti della BAC (brigade anti-criminalité) che per poter incastrare gli spacciatori sovrani di una zona dei quartieri nord accettano di dare cinque chili di droga a una informatrice. L’operazione riesce ma dopo la gloria gli affari interni sbattono i tre in galera. I poliziotti sono Gilles Lellouche, Karim Leklou e François Civil ai quali si aggiunge una terza agente “stanziale”, Adèle Exarchopoulos, moglie di Karim. Tutti di una bravura sbalorditiva ma nessuno è di Marsiglia e in patria qualcuno ha rimarcato gli accenti un po’ forzati. Cose loro, francesi, direte voi, ma Marsiglia è una coordinata a sé, ogni cosa è un linguaggio, dalle magliette alle canzoni agli sguardi al cibo dei mercati al perroquet, lo sa bene Cédric Jimenez che è di lì e firma il suo capolavoro, soprattutto la scena dell’assedio è fantastica. E attenzione: le comparse sono veri abitanti della cité e veri flic. Durante le riprese si sono insultati abbracciati poi ancora insultati... Mi dite chi fa cinema d’azione così vero, oggi? Boh.

I 400 colpi

PMB
5
MC
5
AF
5
MG
8
RMO
7
LP
5
media
6.1
BAC Nord (2021)
Titolo originale: BAC Nord
Regia: Cédric Jimenez
Genere: Thriller - Produzione: Francia - Durata: 105'
Cast: Gilles Lellouche, François Civil, Karim Leklou, Adèle Exarchopoulos, Kenza Fortas, Idir Azougli, Cyril Lecomte, Michaël Abiteboul, Jean-Yves Berteloot, Jacques Kounta, Jesuthasan Antonythasan, Moussa Fomba, Hannil Ghilas, Rocco Narva
Sceneggiatura: Audrey Diwan, Cédric Jimenez

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Mauro Gervasini

Firma storica di Film Tv, che ha diretto dal 2013 al 2017, è consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e insegna Forme e linguaggi del cinema di genere all'Università degli studi dell'Insubria. Autore di Cuore e acciaio - Le arti marziali al cinema (2019) e della prima monografia italiana dedicata al polar (Cinema poliziesco francese, 2003), ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare su cinema francese e di genere.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy