Con tutto il cuore di Vincenzo Salemme - la recensione di FilmTv

La citazione

«Non è più possibile parlare d'arte escludendo la scienza e la tecnologia. Non è più possibile analizzare i fenomeni fisici escludendo le realtà metafisiche. (Gene Youngblood)»

scelta da
Simone Arcagni

cinerama
10359
servizi
4996
cineteca
3687
opinionisti
2470
serialminds
1277
locandine
1160
scanners
535
Recensione pubblicata su FilmTv 41/2021

Con tutto il cuore


Regia di Vincenzo Salemme

 C’è un cuore fuori posto al centro dell’ultimo film di Salemme regista, gemmato di nuovo da una sua pièce teatrale. È il cuore di un sanguinario boss di quartiere morto ammazzato, trapiantato al mite Ottavio Camaldoli (Salemme, ovvio), professore di latino e greco grigio e anonimo, che dovrebbe diventare strumento della vendetta del clan contro il mandante dell’omicidio. Nel 1999, nel secondo film di Salemme regista, Amore a prima vista, c’era già un altro trapianto, di cornea in quel caso, con un piccolo malavitoso sciupafemmine (sempre lui stesso) che, dopo, s’innamorava del vedovo carabiniere della donatrice. Altri tempi, quando Salemme per Cecchi Gori era l’alternativa napoletana a Pieraccioni. Con tutto il cuore gioca poco la carta del romanticismo (tramite il personaggio di sguincio di Serena Autieri), piuttosto s’accampa in una commedia paradossale a base di calembour, (leggerissima) satira sociale e gli ormai abituali buffetti al mondo Gomorra (dal quale proviene Cristina Donadio, efferata e inconsolabile madre del boss giustiziato), incentrata sul dilemma tra l’essere persone perbene o fessi di una certa tradizione del teatro napoletano. Che cosa vuol essere, infatti, Ottavio, ora che vive con il cuore di Antonio Carannante detto ‘O Barbiere? Rispettato oppure calpestato da tutti? Questione mica da poco, degna di vertigini metafisiche, affrontata da Salemme attore con misura (persino troppa) e con qualche bella spalla (Guerriero, impagabile nella sua imperturbabile ignoranza). Purtroppo gli rema contro Salemme regista, che gira un film senza mordente, anemico e strascinato, dove sembra sempre di sentire cigolare le assi del palco.

Con tutto il cuore (2021)
Titolo originale: -
Regia: Vincenzo Salemme
Genere: Commedia - Produzione: Italia - Durata: 90'
Cast: Vincenzo Salemme, Serena Autieri, Cristina Donadio, Maurizio Casagrande, Antonio Guerriero
Sceneggiatura: V. Salemme, G. Bomprezzi, A. Guerriero, G. Ansanelli

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Rocco Moccagatta

Studiava giurisprudenza, ma andava più spesso al cinema di quanto avrebbe dovuto. D'altronde il padre l'ha portato per anni al cinema ogni sabato. Di cosa potrebbe dunque lamentarsi? Dopo l'università, fa la cosa giusta e comincia a occuparsi davvero di film, persino professionalmente. Oggi lo insegna pure, il cinema, in IULM e in altre università del regno, soprattutto il cinema classico e il cinema dei generi popolari, la sua passione da sempre. Per campare guarda anche molta televisione, visto che lavora come scenarista e analista dei media presso la factory di media research Neopsis (non si pronuncia Neopsais, eh...). Ha scritto e scrive da tante parti, da Duel/Duellanti a Marla, da Ottoemezzo a L'officiel Homme. Nel tempo, ha scoperto che gli piace molto il cinema italiano di ieri e di oggi e che si può non vergognarsene. Il riconoscimento più prezioso è stato essere ribattezzato "Giancarlo Cianfrusaglie" da Maccio Capatonda.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy