Days di Ming-liang Tsai - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
Instagram.png

La citazione

«What happened to Gary Cooper? The strong, silent type. That was an American. He wasn’t in touch with his feelings. He just did what he had to do. (David Chase - The Sopranos)»

cinerama
10226
servizi
4869
cineteca
3643
opinionisti
2446
serialminds
1247
locandine
1153
scanners
531
Recensione pubblicata su FilmTv 41/2021

Days


Regia di Ming-liang Tsai

Affascinante osservare come Tsai Ming-liang giunga a sfiorare la classicità della sua forma cinema, dopo avere lavorato dentro e intorno alle formulazioni più radicali del modernismo. Days, in questo senso, è quasi un film “tradizionale”. Tsai adotta un’osservazione documentaria frontale, evocando il sospetto del “tempo reale” o “morto” (ma anche queste sono “forme”). La presa di posizione è talmente precisa da lasciar affiorare il dubbio dell’assenza di stile e, in fondo, si tratta di un risultato notevole per un regista il cui lavoro è associato a decisioni visibili, evidenti. Il film segue Lee Kang-sheng nel corso di una lunga giornata che prelude a un incontro amoroso in un hotel. Il tempo scorre lentissimo nell’attesa della sera e poi si conclude nella notte in un piccolo ristorante. Days, in fondo, è un anti melodramma. Il racconto di un desiderio che si stempera nell’attesa più ordinaria, fra mansioni quotidiane. Tutto avviene nei gesti che riverberano come possibili sonde di un sentire che affiora a tratti sulla pelle, come un discorso da fare, una conversazione mai esistita. Tsai, nel finale, abbassa volutamente la guardia (il tema di Luci della ribalta di Chaplin riprodotto da un minuscolo carillon) e assapora sino in fondo il gusto agrodolce dell’”elegante malinconia del crepuscolo”. Come dire che in fondo non c’è nulla di “nuovo” nell’orizzonte del regista, eppure Days riafferma con commozione e forza un’idea di cinema e di mondo profonda che oggi, inevitabilmente, si presenta con i crismi della resistenza culturale. Non è davvero poco. Anzi.

I 400 colpi

SE
8
MG
6
RM
7
MM
8
FM
8
RMO
7
GAN
8
LP
8
GS
8
media
7.6
Days (2020)
Titolo originale: Rizi
Regia: Ming-liang Tsai
Genere: Drammatico - Produzione: Taiwan - Durata: 127'
Cast: Kang-sheng Lee, Anong Houngheuangsy

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Articoli consigliati


Days» Cinerama (n° B0/2020)
L'importante è guardare -...» Interviste (n° 41/2021)

Giona A. Nazzaro

Delegato generale Settimana Internazionale della Critica di Venezia. Programmatore Visions du Réel di Nyon (Svizzera). Collaboratore Festival del Film di Locarno. Autore di libri e saggi. Dischi, libri, gatti, i piaceri. Il resto, in divenire.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy