Allons enfants di Giovanni Aloi - la recensione di FilmTv

La citazione

«Solo chi lascia il labirinto può essere felice, ma solo chi è felice può uscirne (Michael Ende - Lo specchio nello specchio)»

cinerama
10342
servizi
4977
cineteca
3681
opinionisti
2466
serialminds
1275
locandine
1159
scanners
534
Recensione pubblicata su FilmTv 42/2021

Allons enfants


Regia di Giovanni Aloi

Si chiama Opération sentinelle quella dell’esercito francese di pattugliamento strade. È cominciata dopo gli attentati terroristici del 2015 e non è ancora del tutto terminata, nonostante i recenti confinamenti. Tra gilet gialli prima, e no vax no green pass oggi, le città d’oltralpe sono sempre un ribollire. Il regista Giovanni Aloi compie un’impresa quasi impossibile: raccontare dall’interno la storia di questi soldati (alcuni molto giovani) dalle regole d’ingaggio spesso fumose (non hanno i poteri della polizia, non possono fare arresti) e in balia di tensioni sociali e psicologiche fortissime. Un soldatino, qui, interpretato dal bravissimo Anthony Bajon, sclera ed è un guaio quando si è abituati a voler bene prima di tutto al proprio «petit FAMAS», acronimo di Fusil d’assaut de la manufacture d’armes de St-Étienne, il fucile dell’esercito francese. Sorprende, di Aloi, all’opera seconda, la sicurezza espressiva, la scelta di aderire senza giudicare alla flânerie dei militari, disorientati come lo spettatore in mezzo a strade che ci si deve immaginare come pericolose pur essendo percorso ordinario, quotidiano. Ed è in questo paradosso che vive il film, capace di farci “sentire” il disagio del ragazzo protagonista. Aloi, anche sceneggiatore insieme a Dominique Baumard, ha il merito di azzeccare il cast. Detto di Bajon, che ha già vinto un Orso d’argento a Berlino per l’interpretazione di La prière, a guidare la pattuglia è Leïla Bekhti ma va soprattutto segnalato il soldato mitomane Karim Leklou, attore ora sugli scudi per il successo di Bac Nord.

I 400 colpi

PMB
7
MG
7
MM
7
LP
7
GS
7
media
7.1
Allons enfants (2021)
Titolo originale: La troisième guerre
Regia: Giovanni Aloi
Genere: Drammatico - Produzione: Francia - Durata: 92'
Cast: Anthony Bajon, Karim Leklou, Leïla Bekhti, Arthur Verret, Jonas Dinal, Raphaël Quenard, Esdras Registe, Igor Kovalsky, Maxime Cailliau, Jules Dousset, Marie-Bénédicte Roy
Sceneggiatura: Giovanni Aloi, Dominique Baumard

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Mauro Gervasini

Firma storica di Film Tv, che ha diretto dal 2013 al 2017, è consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e insegna Forme e linguaggi del cinema di genere all'Università degli studi dell'Insubria. Autore di Cuore e acciaio - Le arti marziali al cinema (2019) e della prima monografia italiana dedicata al polar (Cinema poliziesco francese, 2003), ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare su cinema francese e di genere.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy