Upside Down di Luca Tornatore - la recensione di FilmTv

La citazione

«What happened to Gary Cooper? The strong, silent type. That was an American. He wasn’t in touch with his feelings. He just did what he had to do. (David Chase - The Sopranos)»

cinerama
10342
servizi
4977
cineteca
3681
opinionisti
2466
serialminds
1275
locandine
1159
scanners
534
Recensione pubblicata su FilmTv 42/2021

Upside Down


Regia di Luca Tornatore

Upside Down, per dire della sindrome da cui è affetto Paolo (Gabriele Di Bello, già in Ognuno è perfetto di Campiotti), ma pure della sua determinazione a ribaltare lo sguardo di chi lo vorrebbe destinato a una loffia ginnastica posturale anziché all’agognato pugilato. Una parabola programmatica di rivalsa sportiva, traslocata dagli Usa alla Puglia: Tornatore miniaturizza a misura di provincia nostrana la storia del lottatore MMA Garrett Holeve, colleziona tutte le figurine del caso e senza calcare troppo pesantemente sul dramma le miscela. Come il precedente St@lker, però, il film patisce una messa in scena maldestra, quasi amatoriale, tra la fiction e lo spot, e soprattutto non riesce a fare della disabilità il soggetto, più che l’oggetto, del racconto.

Upside Down (2021)
Titolo originale: -
Regia: Luca Tornatore
Genere: Drammatico/Sportivo - Produzione: Italia - Durata: 90'
Cast: Gabriele Di Bello, Donatella Finocchiaro, Fabio Troiano, Antonio Zavattieri
Sceneggiatura: Luca Tornatore
Montaggio: Luca Tornatore

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy