8 Rue de l'Humanité di Dany Boon - la recensione di FilmTv

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
10342
servizi
4975
cineteca
3681
opinionisti
2466
serialminds
1275
locandine
1159
scanners
534
Recensione pubblicata su FilmTv 43/2021

8 Rue de l'Humanité


Regia di Dany Boon

Chi è Dany Boon: capocomico del cinema d’oltralpe, autore/interprete del maggior incasso francese della storia del cinema (Giù al nord, da cui i nostri Benvenuti al sud + nord), regista da quantomeno 5 milioni di biglietti venduti a uscita, uomo-industriaculturale (con tanto di documentario d’inchiesta sul suo conto, o meglio conti, La comédie fiscale de Dany Boon). Il vero dato d’interesse di questo 8 rue de l’humanité, dunque, è il luogo in cui potete trovarlo. Netflix. In esclusiva. Lontano dai cinema. Che non è esattamente come se Checco Zalone non portasse il proprio film-evento-salva-tutti in sala, facendo omissione di soccorso di un’intera industria, ma poco ci manca: quel che differisce, nel paragone tra i due, è che Boon è anche attore in film altrui (con la maggior paga del cinema francese) e che questi film altrui non sempre sono successi. Comunque, in sintesi, 8 rue de l’humanité sta al cinema francese come Lockdown all’italiana sta al nostro. Ovvero un film sulla chiusura del mondo causa pandemia, una commedia serrata dentro gli appartamenti, a sorridere quanto si riesce d’usi e costumi della paura, riti sanitari e paranoia dei limiti, e a creare parabole educative per lo spirito comunitario tra i cittadini (qui la cura per il sociale è maggiore che in Vanzina, ça va sans dire), mentre si fa blandissima satira del potere (la retorica da malattia come metafora della guerra, per esempio). Probabile sia giusta, la collocazione su piattaforma: è un film-lockdown, non instant, ma in ritardo. Dunque un film che si spera vecchio. E che in ogni caso non ha, per dirla proprio con Boon, niente da dichiarare.

8 Rue de l'Humanité (2021)
Titolo originale: Huit Rue de l'Humanite
Regia: Dany Boon
Genere: Commedia - Produzione: Francia - Durata: 125'
Cast: Dany Boon, Liliane Rovère, Yvan Attal, Laurence Arné, François Damiens, Alison Wheeler, Tom Leeb, Elie Semoun, Nawell Madani, Jorge Calvo
Sceneggiatura: Dany Boon, Laurence Arné

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy