Agente speciale 117 al servizio della repubblica - Allerta rossa in Africa nera di Nicolas Bedos - la recensione di FilmTv

La citazione

«Solo chi lascia il labirinto può essere felice, ma solo chi è felice può uscirne (Michael Ende - Lo specchio nello specchio)»

cinerama
10342
servizi
4977
cineteca
3681
opinionisti
2466
serialminds
1275
locandine
1159
scanners
534
Recensione pubblicata su FilmTv 44/2021

Agente speciale 117 al servizio della repubblica - Allerta rossa in Africa nera


Regia di Nicolas Bedos

Hubert Bonisseur de La Bath, 14 anni dopo, dal 1967 di Missione Rio al 1981 di Allerta rossa in Africa nera. Annus horribilis, il 1981, quello in cui il socialista François Mitterand vinse le elezioni presidenziali francesi, contro il predecessore di centrodestra Giscard d’Estaing. Un trauma per l’agente segreto più conservatore del mondo, che parte in missione per il Kenya durante la campagna elettorale e ritorna con una scatola di magnifici diamanti donati dal presidente Bamba (nel 1979 il dittatore africano detronizzato Bokassa rivelò di aver donato a Giscard diamanti per un milione di franchi). Aperto dalla classica sequenza pre titoli bondiana, in cui Hubert evade da un carcere russo in Afghanistan, Agente speciale 117 al servizio della repubblica: Allerta rossa in Africa nera, dopo una tappa a Parigi, prosegue con la missione africana a fianco dell’agente 1001, giovane, con tanti capelli, abbigliamento colorato e informale ed entusiastica carica sessuale (che invece pare offuscata in Hubert, che ha bisogno dei più triti simboli francesi per eccitarsi). Battute e riferimenti politici notevoli, Jean Dujardin come sempre bravissimo e “plastico”, strizzate d’occhio a molti Bond. Purtroppo però l’inarrestabile fantasmagoria pop dei due film precedenti si è un po’ appannata, il ritmo si è infiacchito. Certo il periodo storico è iconograficamente meno suggestivo; ma forse è anche il regista Nicolas Bedos a essere più quieto, più adatto alla commedia (dove è molto bravo, vedi il suo Belle époque) che non alla satira di quanto non sia Michel Hazanavicius, che graffiava, rimescolava, si (e ci) divertiva di più.

Agente speciale 117 al servizio della repubblica - Allerta rossa in Africa nera (2021)
Titolo originale: OSS 117: Alerte rouge en Afrique noire
Regia: Nicolas Bedos
Genere: Commedia/Spionaggio - Produzione: Francia/Belgio - Durata: 117'
Cast: Jean Dujardin, Pierre Niney, Fatou N'Diaye, Natacha Lindinger
Sceneggiatura: JeanFrançois Halin

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Emanuela Martini

Capelli rossi, lettrice forte, brutto carattere (dicono). La prima volta mi hanno portata al cinema che avevo tre anni. Ci stavo dalle 2 alle 8, orario continuato. Praticamente, non ne sono più uscita: adesso ci sto anche dalle 8 alle 20, e a volte pesa. Ma la passione resta e non mi annoio (quasi mai). Onnivora: mi piace tutto (quando mi piace). Autori di culto: Michael Powell e Robert Altman. Serie: Twin Peaks e I Soprano forever. Rimpiango il cinema americano anni ’70 e il metabolismo dei trent’anni. Vivo in un disordine "escheriano", tra libri, oggetti, dvd, foto, abiti e scarpe, con Lucrezia, gatta petulante di 19 anni. Credo allo Stregatto (quello di Alice): qui in giro aleggia il sorriso di Blimp, Sibella e Oreste.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy