After 3 di Castille Landon - la recensione di FilmTv

La citazione

«Certainly it constitutes bad news when the people who agree with you are buggier than batshit.»

scelta da
Lorenza Negri

cinerama
10342
servizi
4977
cineteca
3681
opinionisti
2466
serialminds
1275
locandine
1159
scanners
534
Recensione pubblicata su FilmTv 45/2021

After 3


Regia di Castille Landon

In principio - almeno in quello più recente - c’era Twilight, con l’emovampiro Edward che sublimava nell’anima, dunque nei valori vecchio stampo, le istanze teocon dell’autrice Stephenie Meyer; il testimone è passato poi a Cinquanta sfumature di grigio, fanfiction dichiarata della collega E.L. James che dirottava la traccia originale su prurigini parodistiche e una drastica inconsistenza narrativa. Negli adattamenti cinematografici dell’una e soprattutto dell’altra saga potevamo al più rilevare un progressivo slittamento verso il comico (in?)volontario, lo sbrodolamento centrifugo di trama & caratteri, l’esibita svogliatezza attoriale. Ma poi sono arrivati Anna Todd e i suoi After, propagazioni non dirette ma ahinoi inevitabili, e aggravanti. Registicamente schizofrenico (ogni capitolo un regista diverso), il tira e molla della bella Tessa e del torvo Hardin ha i modi e le fattezze della telenovela, ma con forma e contenuti a un passo dalla scarnificazione: personaggi imbambolati in un vuoto di conflitto e personalità, nella zombificata e quasi autistica ripetizione di incomprensioni e batticuori, tra squallidi inserti erotici e spudorati cliffhanger finali. Se avessimo la forza d’infilarci le mani nei capelli potremmo farlo anche per la perseveranza ottusa con cui si offre un modello di mascolinità (tossica, indovinato) a romanticizzazioni e giustificazioni, ma persino questa problematicità si confonde mollemente nell’inerzia della messa in scena e in una narrazione che non ha nemmeno la forza delle proprie convinzioni. Alla prossima puntata.

After 3 (2021)
Titolo originale: After We Fell
Regia: Castille Landon
Genere: Sentimentale - Produzione: Usa/Bulgaria - Durata: 98'
Cast: Josephine Langford, Hero Fiennes Tiffin, Louise Lombard
Sceneggiatura: Sharon Soboil, Anna Todd

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Fiaba Di Martino

Fiaba riceve in fasce un nome lezioso che le profetizza l'amore per le storie, nel cinema, sul cinema e del cinema: a dieci anni vota i film disegnando a matita i pollici di Film Tv accanto ai biglietti della multisala più bella di sempre, l'Arcadia; di lì a poco si innamora delle finestre di Hitchcock, degli occhi di Jean Gabin e dell'aplomb di Lauren Bacall, e lo urla al mondo prima dal giornalino scolastico del classico poi dai siti web (MyMovies, Players, PositifCinema, BestMovie.it), mentre frequenta corsi di scrittura alla Scuola Civica di Cinema milanese e scrive un libro su Xavier Dolan con la collega positivista Laura Delle Vedove. Lost in translation nello stereo totale, ritrova se stessa nella pioggia di Madison County, nelle lettere di Gramsci, nelle ferite di David Grossman, nelle urla liberatorie di Sion Sono, nelle risate di Shosanna Dreyfus, nei silenzi di Antonioni, nelle parole di Frances Ha («non sono ancora una vera persona») e nello spazio tra i titoli di testa e quelli di coda.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy