Finch di Miguel Sapochnik - la recensione di FilmTv

La citazione

«Noi siamo orfani della Rivoluzione. E spesso pensiamo che non c'è più una vittoria possibile, che il mondo è disincantato e alla fine ci rassegniamo. Il cinema, al contrario, ci dice, a suo modo, che ci sono vittorie possibili anche nel mondo peggiore.... Non bisogna disperarsi. È quel che il cinema ci racconta, io credo. Ed è per questo che dobbiamo amarlo. (Alain Badiou)»

scelta da
Mariuccia Ciotta

cinerama
10342
servizi
4975
cineteca
3681
opinionisti
2466
serialminds
1275
locandine
1159
scanners
534
Recensione pubblicata su FilmTv 45/2021

Finch


Regia di Miguel Sapochnik

Se Tom Hanks è stato in grado di recitare un intero film (e di farci piangere copiosamente) avendo come spalla nient’altro che un pallone da pallavolo, devono essersi detti gli autori di Finch, non avrà certo problemi a replicare interagendo soltanto con un cane e un ammasso di ferraglia. Ci avevano visto giusto: il più integro, salubre, all american degli attori statunitensi regge nuovamente tutto un film sulle sue spalle, stavolta nei panni di un ingegnere di Saint Louis rimasto tra gli ultimi uomini sulla Terra dopo che, in un vicinissimo futuro, il famoso buco nell’ozono ha iniziato a friggere il pianeta come un uovo. Finch, così si chiama, vive da solo con un arruffato botolo di nome Cane, ma i suoi polmoni sono malati ed è per garantire a Cane di essere accudito quando lui non ci sarà più che Finch si industria a creare un robot dotato di intelligenza artificiale, in grado di apprendere da lui e diventare un bravo padrone. Sapochnik, regista televisivo con un solo lungo alle spalle (l’interessante e più distopico Repo Men), dirige con piglio da B movie del secolo scorso un copione che frulla suggestioni e déjà vu, da Corto circuito a Io sono leggenda, da Humandroid a The Midnight Sky (dove Clooney aveva un ruolo gemellare a quello di Finch), dando vita a una favola non originale né pretenziosa, che Hanks interpreta col consueto spirito da brusco e tenero eroe ordinario. Un buddy movie uomo-robot (l’androide ha, in originale, la voce di Caleb Landry Jones) che imbastisce intorno all’accudimento di un cagnetto un discorso risaputo ma onesto sulla responsabilità di prendersi cura degli altri e del pianeta. 

Finch (2021)
Titolo originale: Finch
Regia: Miguel Sapochnik
Genere: Fantascienza - Produzione: Gb/Usa - Durata: 115'
Cast: Tom Hanks, Lora Martinez-Cunningham, Marie Wagenman, Caleb Landry Jones, Oscar Avila
Sceneggiatura: Craig Luck, Ivor Powell

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Ilaria Feole

Ilaria Feole è nata nell’anno di Il grande freddo, Il ritorno dello Jedi e Monty Python – Il senso della vita e tutto quello che sa l’ha imparato da questi tre film. Scrive di cinema e televisione per Film Tv e  Spietati.it. È autrice della monografia Wes Anderson - Genitori, figli e altri animali edita da Bietti Heterotopia.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy