Atlantide di Yuri Ancarani - la recensione di FilmTv

La citazione

«La televisione è meglio del cinema. Sai sempre dov'è la toilette. (Dino Risi)»

scelta da
Pedro Armocida

cinerama
10342
servizi
4975
cineteca
3681
opinionisti
2466
serialminds
1275
locandine
1159
scanners
534
Recensione pubblicata su FilmTv 46/2021

Atlantide


Regia di Yuri Ancarani

Correre: l’istinto brama la velocità, la prova muscolare dell’essere vivo e l’ebbrezza di un istante di eternità, il bisogno di un vuoto da colmare e il rumore assordante del motore che toglie la percezione del mondo attorno. Scappare: l’alienazione di un’adolescenza già consumata nell’oblio e la fuga dai luoghi di una quotidianità isolata, la fretta di un amore che non sorride e la compagnia fugace, inerte dei coetanei. Morire: il rumore assordante del motore che cessa di colpo, come il cuore che smette di pulsare, il silenzio di una natura benigna-matrigna, la distanza e la perdita di sé. Intorno l’acqua si agita, offre un paesaggio apparentemente placido, forse amico; le “bricole” delineano percorsi dai quali è urgente uscire, sono pali che imprigionano gli slanci, i desideri, le passioni. Atlantide è l’eco di un luogo ipotetico, immaginario, mitico: Yuri Ancarani si immerge nella liquida esistenza di un gruppo di ragazzi della Laguna veneziana, isole-ormeggio di fronte alla città, così vicina e così lontana; il disagio affiora a ogni sosta, in quell’età dove la sensazione del fallimento comincia a divorare gli animi, a raccontare una inutilità crescente. Il mondo liquido è ancora più incerto di quello solido: la gioventù brucia e in quel terreno instabile è quasi un ossimoro, le barche sono solo altre auto, acqua e terra spaventano quanto il cielo. Venezia si addormenta nelle sue notti, nei suoi rii, nelle sue case che sembrano fluttuare. Ancarani ridisegna, in una visione astratta e immaginifica che toglie il respiro, quello che Daniele, il protagonista, perde sull’orizzonte ottico della corsa.

I 400 colpi

PA
9
PMB
8
MC
7
SE
8
MM
8
GAN
8
LP
7
GS
7
RS
7
media
7.5
Atlantide (2021)
Titolo originale: -
Regia: Yuri Ancarani
Genere: Drammatico - Produzione: Italia/Francia/Usa/Qatar/Russia/Messico - Durata: 100'
Cast: Daniele Barison, Maila Dabalà, Bianka Berényi, Jacopo Torcellan
Sceneggiatura: Yuri Ancarani
Montaggio: Yuri Ancarani
Fotografia: Yuri Ancarani

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Articoli consigliati


Venezia mondo sommerso - Intervista a...» Interviste (n° 46/2021)

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy