Spontaneous di Brian Duffield - la recensione di FilmTv

La citazione

«Il banco di prova di un'intelligenza di prim'ordine è la capacità di tenere due idee opposte in mente nello stesso tempo e, insieme, di conservare la capacità di funzionare (Francis Scott Fitzgerald)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
10342
servizi
4975
cineteca
3681
opinionisti
2466
serialminds
1275
locandine
1159
scanners
534
Recensione pubblicata su FilmTv 47/2021

Spontaneous


Regia di Brian Duffield

C’è un’epidemia in corso. Anzi, due. Con la prima, che implica scombussolamenti ormonali, mutazioni fisiche e scoperte identitarie, ci abbiamo fatto i conti tutti; la seconda, un inspiegabile - e incurabile? - fenomeno di combustione spontanea, coinvolge solo una classe di liceali all’ultimo anno, d’improvviso impossibilitati a far progetti poiché da un momento all’altro le loro teste potrebbero, letteralmente e cronenberghianamente, saltare in aria. Il presente si sfalda, il futuro è un punto interrogativo, il trauma (e lo splatter) è all’ordine del giorno: non proprio il frangente migliore per innamorarsi, eppure Katherine Langford (che dopo il dramma di Tredici esibisce un’inattesa vis comica) la testa la perde per Charlie Plummer (il talento di Cercando Alaska e Charley Thompson). D’altronde la fine dell’high school, in un’epoca precaria fra emergenza climatica e COVID-19, per un adolescente non può che significare la fine del fottuto mondo. Da un omonimo romanzo young adult il regista Brian Duffield, già penna di altri contaminati divertissement (La babysitter, Love and Monsters), trae un teen movie che coglie lo spirito di un momento storico in cui per i giovanissimi tutto diventa spaventosamente instant, l’ironia insanguinata nasconde faglie di dolore (se al degenero di cinismo ed emoglobina dobbiamo trovare un progenitore, è Schegge di follia) e gli adulti sono consci di non aver altro da offrire che pillole di saggezza rubate a Clint Eastwood. Un coming of age negato, un disaster movie per la generazione Z.

Spontaneous (2021)
Titolo originale: Spontaneous
Regia: Brian Duffield
Genere: Commedia/Sci-fi - Produzione: Usa - Durata: 101'
Cast: Katherine Langford, Charlie Plummer, Hayley Law, Piper Perabo, Rob Huebel, Yvonne Orji, Chris Shields, Marlowe Percival, Laine MacNeil, Clive Holloway, Doralynn Mui, Kaitlyn Bernard, Jared Ager-Foster, Mellany Barros, Chelah Horsdal, Luvia Petersen, Jarr
Sceneggiatura: Brian Duffield, Aaron Starmer

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?


Fiaba Di Martino

Fiaba riceve in fasce un nome lezioso che le profetizza l'amore per le storie, nel cinema, sul cinema e del cinema: a dieci anni vota i film disegnando a matita i pollici di Film Tv accanto ai biglietti della multisala più bella di sempre, l'Arcadia; di lì a poco si innamora delle finestre di Hitchcock, degli occhi di Jean Gabin e dell'aplomb di Lauren Bacall, e lo urla al mondo prima dal giornalino scolastico del classico poi dai siti web (MyMovies, Players, PositifCinema, BestMovie.it), mentre frequenta corsi di scrittura alla Scuola Civica di Cinema milanese e scrive un libro su Xavier Dolan con la collega positivista Laura Delle Vedove. Lost in translation nello stereo totale, ritrova se stessa nella pioggia di Madison County, nelle lettere di Gramsci, nelle ferite di David Grossman, nelle urla liberatorie di Sion Sono, nelle risate di Shosanna Dreyfus, nei silenzi di Antonioni, nelle parole di Frances Ha («non sono ancora una vera persona») e nello spazio tra i titoli di testa e quelli di coda.

FilmTv.Press è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963 - Registrazione Tribunale di Milano n° 109 del 6 maggio 2019
Credits - Contatti - Supporto tecnico
Privacy Policy