La mia classe di Daniele Gaglianone - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Fiaba Di Martino dice che Snowpiercer è il film da salvare oggi in TV.
Su Rai4 alle ore 23:35.

Tra i 30 registi italiani più votati del nostro sondaggio pubblicato su FilmTv n° 34 c'è lui. Noi lo conosciamo bene, e voi?

Per festeggiare David Cronenberg che verrà premiato con il Leone alla carriera a Venezia 75 abbiamo pensato di rendere disponibili tutti gli articoli archiviati nella nostra collezione Locandine. A partire da La zona morta.

Il 18 maggio arriva su Netflix la seconda attesissima stagione di Tredici . Dove eravamo rimasti?

Esiste davvero gente che non ama la musica?

Christophe Honoré quest'anno è al Festival di Cannes con Plaire, aimer et courir vite , in gara anche per la Queer Palm. Vi riproponiamo uno degli Scanners a lui dedicati.

La citazione

«Life... don't talk to me about life...»

scelta da
Alice Cucchetti

cinerama
8066
cineteca
2870
servizi
2665
opinionisti
1690
locandine
988
serialminds
729
scanners
469
Recensione pubblicata su FilmTv 02/2014

La mia classe


Regia di Daniele Gaglianone

Pigneto, Roma. Finzione e realtà: Valerio Mastandrea interpreta un professore di italiano in una classe di veri immigrati. Quando a uno di questi scade, sul serio, il permesso di soggiorno la scena s'apre al retroscena, le problematiche reali entrano nel film, e quelle aperte dalla fiction finiscono in secondo piano, rimangono sospese, perse. Così La mia classe, scioccato dal reale, finisce per abiurare al realismo d'impegno del cinema civile e borghese, della retorica emotivamente ricattatoria, del sentimentalismo che risolve comodamente questioni sociali in questioni personali. Contiene tutto questo e verso tutto questo è insofferente. In un prodotto medio d'autore italiano, per esempio, la malattia del protagonista sarebbe stata il tramite per accompagnare l'immigrato verso lo spettatore: perché se l'altro comprende il nostro dolore, noi possiamo comprendere il suo. Ma di fronte all'incontro brutale con la realtà, La mia classe scosta la retorica narrativa, le comode visioni del mondo da un oblò. Non è più un facile film politico sull'immigrazione. Ma è un film che si chiede come agire politicamente nel mondo, come affrontare un problema preciso, e come filmarlo. Non è più la versione italiana di La classe di Cantet, un aggiornamento del Diario di un maestro di De Seta. È una visione preconfezionata, quella del cinema d'autore engagé, che si mette cupamente in discussione come in un Godard settantesco, è un film giocoforza irrisolto perché è una domanda costante, un processo dialettico a se stesso.

La mia classe (2013)
Titolo originale: -
Regia: Daniele Gaglianone
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 115'
Cast: Valerio Mastandrea

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Articoli consigliati


Diario di un maestro - Intervista a...» Interviste (n° 03/2014)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy