Loro di Napoli di Pierfrancesco Li Donni - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Ilaria Feole dice che Impiccalo più in alto è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 21:10.

Se vi sono piaciuti Forza maggiore e The square , c'è un invisibile di Ruben Östlund che vi consigliamo di recuperare, presentato alla Quinzaine 2011.

Gianni Amelio racconta I nuovi mostri e riflette sull'Italia e sulla commedia all'italiana. Rileggete la locandina del 2005, il film è in streaming su RaiPlay.

Il 3 dicembre arrivano su Prime Video le prime 5 stagioni di questa serie Marvel. Curiosi? Scoprite di che parla nella nostra recensione.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Il motivo per cui Dio ci ha dato due orecchie e una bocca è per permetterci di ascoltare il doppio di quanto parliamo (Quincy Jones)»

scelta da
Emanuele Sacchi

cinerama
8332
servizi
2865
cineteca
2679
opinionisti
1794
locandine
1004
serialminds
763
scanners
479
Recensione pubblicata su FilmTv 23/2016

Loro di Napoli


Regia di Pierfrancesco Li Donni

Il confine tra docu e fiction è talmente sottile che non si vede, ed è proprio questo a dar forza a Loro di Napoli: storia edificante dell’Afro-Napoli United, squadra di calcio che dal 2009 schiera italiani, migranti e tutto ciò che sta nel mezzo (cioè gli “stranieri” di seconda generazione, che masticano il dialetto partenopeo meglio del cast di Gomorra ma non hanno la cittadinanza perché la legge sullo ius soli se ne sta arenata in parlamento); stravince nei tornei amatoriali, ma quando vuole passare ai campionati ufficiali FIGC si scontra con la pretesa impossibile di certificati di residenza e permessi di soggiorno; e grazie alla testardaggine del suo presidente e del suo allenatore, supera tutti gli ostacoli conquistandosi la gloria del campo. La storia è vera, i protagonisti pure, gli ambienti anche, ma Li Donni organizza intelligentemente il materiale documentario seguendo le tappe e il pathos del classico film sportivo. Per orientarsi, isola e segue quattro personaggi, assegnando a ognuno un micro percorso personale, lasciando che siano le partite del campionato a scandire tempi e fasi del racconto, e lo sfondo di una città-crocevia, contraddittoria e vitale, a farsi estratto del reale. Non ha bisogno di insistere troppo sui risvolti sociali del progetto, si concede alla retorica solo nel finale, come, in fondo, è giusto che sia. Gli basta la consapevolezza di muoversi in una cornice narrativa tanto immediata quanto infallibile, proprio come un gol.

I 400 colpi

AC
7
GS
6
media
6.5
Loro di Napoli (2015)
Titolo originale: -
Regia: Pierfrancesco Li Donni
Genere: Documentario - Produzione: Italia - Durata: 57'

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.


Alice Cucchetti

Nasce a Busto Arsizio, studia a Bologna, vive a Milano. I suoi genitori le hanno sempre detto di non guardare i telefilm, inevitabilmente indirizzandola verso un consumo appassionato e compulsivo di serialità televisiva. Tra gli autori storici di Serialmente.com e co-fondatrice di Mediacritica.it, ha curato la rubrica Cinetv di "Nocturno" e ha collaborato, tra gli altri, con Best Movie, Best Serial, Abbiamoleprove, Grazia.it, Osservatorio Tv. Ama le canzoni con i finali tristi, gli androidi paranoici, i paradossi temporali, i gatti e il cioccolato. Oltre che sulle pagine di Film Tv, dove cura le rubriche Serial Minds e Telepass, chiacchiera ai microfoni di "Pilota - Un podcast sui telefilm", il programma sulle serie tv di Querty.it.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy