Star Wars - The Clone Wars di Dave Filoni - la recensione di FilmTv

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Sergio M. Grmek Germani dice che I giovani leoni è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 07:20.

Una serie tv da cominciare? Attenzione, perché secondo Alice Cucchetti è magnetica e non potrete fare a meno di finirla.

La figura del Papa è stato oggetto di recente di una delle nostre liste. Ma se il Papa, più che una presenza, fosse una specie di fantasma irraggiungibile? Ovviamente, secondo Marco Ferreri.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Il blu è un colore caldo, soprattutto se si tratta di un giallo di Simenon raccontato da Amalric.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Certainly it constitutes bad news when the people who agree with you are buggier than batshit.»

scelta da
Lorenza Negri

cinerama
8291
servizi
2833
cineteca
2663
opinionisti
1780
locandine
1001
serialminds
758
scanners
477
Recensione pubblicata su FilmTv 39/2008

Star Wars: The Clone Wars


Regia di Dave Filoni

Dunque sono inesauribili i risvolti narrativi della saga di Star Wars. Per esigenze che sembrano di puro marketing (la sopravvivenza del "brand" con conseguente sfruttamento finanziario) George Lucas non si rassegna alla parola "fine", e con questo cartone computerizzato si ricollega all'Episodio II per "approfondire" gli aspetti più spettacolari della guerra dei Cloni. La sola novità di rilievo è l'arrivo di un nuovo cavaliere Jedi, l'apprendista guerriera Ahsoka Tano. Per il resto tornano prepotentemente stilizzati Yoda, Anakin Skywalker, Darth Sidious (ovvero Palpatine), Padmé Amidala e persino Jabba. Il risultato è avvilente. L'animazione artificiale, in tempi di Pixar e Miyazaki, è a dir poco inaccettabile per una produzione destinata al grande schermo, anche se pensata come "pilota" di una serie Tv. Il tratto elementare riduce i personaggi a figurine algide, tanto per assestare un altro micidiale colpo al mito delle Guerre stellari. Proprio questo fa rabbia, l'indifferenza di Lucas di fronte alla sistematica demolizione del suo meraviglioso giocattolo, negli anni 70 rivoluzionario e ora semplicemente insulso. Negli Stati Uniti non è piaciuto a nessuno ed è stato un fiasco al box office. Speriamo sia finita qui.

Star Wars: The Clone Wars (2008)
Titolo originale: Star Wars: The Clone Wars
Regia: Dave Filoni
Genere: Animazione - Produzione: Usa/Singapore - Durata: 98'

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Vuoi vedere il film in streaming?

Aggiungi questo contenuto
ai tuoi articoli salvati.

Aggiungi questo film
a quelli che vuoi vedere.

Manda il testo di questo
articolo a un amico.


Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.


Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy