Colpire al cuore di Gianni Amelio

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Giulio Sangiorgio dice che Io e te è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 03:00.

Cinema e potere, un rapporto intricato e complesso. Ve ne parliamo su FilmTv n° 50 in uno speciale. Qui trovate la recensione della prima stagione di The Crown​, una delle serie citate nello speciale.

Questo articolo è stato scritto dopo la strage al Bataclan di Parigi, nel novembre 2015. Lo riproponiamo dedicandolo a Johnny Hallyday, scomparso il 6 dicembre scorso a 74 anni, e alla sua idea di rock...

Sarà proiettata al #TFF35 la serie d'autore Tokyo Vampire Hotel , ma Sion Sono è un habitué della rubrica Scanners. Vi proponiamo Himizu e vi consigliamo di scoprire tutti gli altri inediti.

Mentre Sky Atlantic HD trasmette la terza stagione di Gomorra - La serie, riproponiamo la riflessione che il giornalista-scrittore fece in esclusiva per Film TV sull’importanza di una fiction televisiva che a trent'anni dalla prima Piovra ha di nuovo il coraggio di raccontare la criminalità organizzata. Un “sistema” che anche il suo libro ZeroZeroZero, a sua volta destinato a ispirare un'altra serie tv diretta da Stefano Sollima, ha saputo descrivere nei suoi connotati transnazionali.

Visconti e il lato positivo della censura, ovvero quando Gianni Amelio vide per la prima volta Rocco e i suoi fratelli .

La citazione

«Il banco di prova di un'intelligenza di prim'ordine è la capacità di tenere due idee opposte in mente nello stesso tempo e, insieme, di conservare la capacità di funzionare (Francis Scott Fitzgerald)»

scelta da
Emanuela Martini

cinerama
7553
cineteca
2407
servizi
2298
opinionisti
1511
locandine
952
serialminds
635
scanners
452
Pubblicato su FilmTv 12/2014

Colpire al cuore


Regia di Gianni Amelio

Emilio, adolescente introverso, è figlio di Dario, docente all’Università di Milano. Durante una visita alla casa di campagna della nonna, i due fanno la conoscenza di Giulia e Sandro, quest’ultimo allievo di Dario. Qualche sera dopo, a Milano, Emilio assiste a una sparatoria tra terroristi e carabinieri: di fronte a lui, agonizzante a terra, c’è proprio Sandro. Sorge in lui il sospetto che il padre, dopo la morte del ragazzo più vicino a Giulia, possa essere a sua volta coinvolto nelle trame terroristiche. Il più complesso, affascinante film di Gianni Amelio, all’epoca (gli anni erano ancora di piombo) non del tutto compreso e anzi accusato sia da destra che da sinistra. Il regista è tra i primi ad affrontare il tema del terrorismo, che sta(va) al cinema italiano come l’Algeria alla Francia e il Vietnam agli Stati Uniti. Ma Colpire al cuore non è un film sul fenomeno brigatista, bensì sul rapporto tra un padre e un figlio, molto più intimo e se si vuole misterioso di come è stato “raccontato” poi. Ad esempio: in nessuna parte della pellicola si vede o si sente Emilio denunciare il padre, la supposizione è nelle cose, nelle azioni, negli sguardi e nelle conseguenze, soprattutto “cinematografiche” (movimenti di macchina hitchcockiani, ad accrescere il sospetto). Resta, questo sì, il contesto storico mai banale, attraversato da una forte tensione sociale vissuta però dalla provincia (il film è girato a Bergamo), dove i conflitti sono solo in apparenza attenuati.

Salvato in Cineteca da Mauro Gervasini
Messa in onda: 31/03/2014 - 01:35 - RaiMovie
Colpire al cuore (1982)
Titolo originale: -
Regia: Gianni Amelio
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 108'
Cast: Jean-Louis Trintignant, Fausto Rossi, Laura Morante, Sonia Gessner, Vanni Corbellini
Articolo inserito in Speciale Gianni Amelio

Articoli consigliati


Colpire al cuore» Cineteca (n° 06/2015)
Colpiti, affondati» Locandine (n° 36/2012)
Appassionata 11 - Gli anni 80: Era...» Speciale (n° 33/2016)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy