Colpire al cuore di Gianni Amelio

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Fermata d'autobus è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 12:10.

Ma quanto era comico Alfred Hitchcock? Roy Menarini racconta. Di aule universitarie, cadute nel vuoto, vendette "trasversali".

Arrivano in sala Ilegitim e Fixeur di Adrian Sitaru, espressione di un cinema rumeno a cui spesso abbiamo dato spazio. Un esempio? Cristi Puiu.

Noah Hawley debutterà alla regia. Cosa ci possiamo aspettare? Intanto vi riproponiamo la recensione di una delle sue creazioni migliori.

Dal 22 marzo nelle sale Pacific Rim 2 - La rivolta , seguito di Pacific Rim 3D di Guillermo Del Toro che riportò in auge il genere dei “robottoni”. Ecco una piccola galleria dei più celebri e indimenticabili automi animati del piccolo schermo...

16 marzo 1978. Ricordiamo Aldo Moro con Buongiorno, notte .

La citazione

«We want our film to be beautiful, not realistic.»

cinerama
7822
cineteca
2504
servizi
2502
opinionisti
1616
locandine
972
serialminds
688
scanners
463
Pubblicato su FilmTv 12/2014

Colpire al cuore


Regia di Gianni Amelio

Emilio, adolescente introverso, è figlio di Dario, docente all’Università di Milano. Durante una visita alla casa di campagna della nonna, i due fanno la conoscenza di Giulia e Sandro, quest’ultimo allievo di Dario. Qualche sera dopo, a Milano, Emilio assiste a una sparatoria tra terroristi e carabinieri: di fronte a lui, agonizzante a terra, c’è proprio Sandro. Sorge in lui il sospetto che il padre, dopo la morte del ragazzo più vicino a Giulia, possa essere a sua volta coinvolto nelle trame terroristiche. Il più complesso, affascinante film di Gianni Amelio, all’epoca (gli anni erano ancora di piombo) non del tutto compreso e anzi accusato sia da destra che da sinistra. Il regista è tra i primi ad affrontare il tema del terrorismo, che sta(va) al cinema italiano come l’Algeria alla Francia e il Vietnam agli Stati Uniti. Ma Colpire al cuore non è un film sul fenomeno brigatista, bensì sul rapporto tra un padre e un figlio, molto più intimo e se si vuole misterioso di come è stato “raccontato” poi. Ad esempio: in nessuna parte della pellicola si vede o si sente Emilio denunciare il padre, la supposizione è nelle cose, nelle azioni, negli sguardi e nelle conseguenze, soprattutto “cinematografiche” (movimenti di macchina hitchcockiani, ad accrescere il sospetto). Resta, questo sì, il contesto storico mai banale, attraversato da una forte tensione sociale vissuta però dalla provincia (il film è girato a Bergamo), dove i conflitti sono solo in apparenza attenuati.

Salvato in Cineteca da Mauro Gervasini
Messa in onda: 31/03/2014 - 01:35 - RaiMovie
Colpire al cuore (1982)
Titolo originale: -
Regia: Gianni Amelio
Genere: Drammatico - Produzione: Italia - Durata: 108'
Cast: Jean-Louis Trintignant, Fausto Rossi, Laura Morante, Sonia Gessner, Vanni Corbellini

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo
Articolo inserito in Speciale Gianni Amelio

Articoli consigliati


Colpire al cuore» Cineteca (n° 06/2015)
Colpiti, affondati» Locandine (n° 36/2012)
Appassionata 11 - Gli anni 80: Era...» Speciale (n° 33/2016)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy