Christine - La macchina infernale di John Carpenter

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che L'aquila solitaria è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 07:40.

Una serie tv da cominciare? Attenzione, perché secondo Alice Cucchetti è magnetica e non potrete fare a meno di finirla.

La figura del Papa è stato oggetto di recente di una delle nostre liste. Ma se il Papa, più che una presenza, fosse una specie di fantasma irraggiungibile? Ovviamente, secondo Marco Ferreri.

L'ultimo film di Paul Schrader, First Reformed , esce direttamente in dvd, ma per noi è il film della settimana. Ripercorriamo la carriera di questo regista con un ritratto di Roberto Manassero.

Il blu è un colore caldo, soprattutto se si tratta di un giallo di Simenon raccontato da Amalric.

Quando Rete 4 fu mandata sul satellite. Dialogo tra un canale televisivo e Tommaso Labranca.

La citazione

«Il cinema è come un uomo a cavallo che arriva in una cittadina del West, e noi non sappiamo niente di lui. (Jean-Claude Carrière)»

scelta da
Marianna Cappi

cinerama
8222
cineteca
2996
servizi
2802
opinionisti
1759
locandine
997
serialminds
747
scanners
473
Pubblicato su FilmTv 10/2018

Christine - La macchina infernale


Regia di John Carpenter

Arnie, 17enne timido, complessato e oppresso dagli asfissianti genitori, acquista un’auto che rimette a nuovo con passione. Ma la macchina, dotata di un’anima luciferina, inizia a circondarlo di un amore possessivo e totalizzante: poco a poco, Arnie muta personalità, finendo con l’isolarsi e con il desiderare sempre più esclusivamente l’auto. Tuttavia, una ragazza fa irruzione nella sua vita, scatenando l’ira e la gelosia del mezzo meccanico, che inizia a rivoltarsi anche contro il suo padrone. Molti temi squisitamente stephenkinghiani, a partire dall’irruzione del fantastico in un contesto quotidiano, socialmente connotato (la mid-class americana), legato a una sfera generazionale (i ragazzi delle superiori come in Carrie - Lo sguardo di Satana), per finire con la ribellione della macchina, strumento più umano dell’umano stesso e in perenne rivolta umorale contro gli esseri presunti intelligenti. Un modo come un altro per riflettere sugli orrori che covano sotto la normalità, la vita di provincia, ecc. Il male non è mai un fenomeno a sé, un’entità esclusivamente sovrannaturale, perché non potrebbe sopravvivere se non si alimentasse delle meschinità, della rabbia, della cattiveria e delle paure degli uomini. Per una volta John Carpenter “assorbe” la poetica di un altro (King) e di suo ci mette il linguaggio, il rigore, la tensione che scaturisce dalle immagini e dalle musiche, l’adesione ai dettami obbligatori della confezione di genere. Memorabilia anni 50 ovunque, ma i “days” sono davvero poco “happy”. 

Salvato in Cineteca da Mauro Gervasini
Messa in onda: 14/03/2018 - 23:59 - RaiMovie
Christine - La macchina infernale (1983)
Titolo originale: Christine
Regia: John Carpenter
Genere: Horror - Produzione: USA - Durata: 110'
Cast: Keith Gordon, John Stockwell, Alexandra Paul, Harry Dean Stanton

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Articoli consigliati


Christine. La macchina infernale» Cineteca (n° 20/2012)
Autostrada per lo schermo» Lost Highway (n° 25/2011)
Christine - La macchina infernale» Cineteca (n° 12/2018)
Speciale Lost Highway Carpenter -...» Speciale (n° 26/2018)

Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.


Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy