1997: Fuga da New York di John Carpenter

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Sergio M. Grmek Germani dice che Diabolicamente tua è il film da salvare oggi in TV.
Su RaiMovie alle ore 16:00.

Ma quanto era comico Alfred Hitchcock? Roy Menarini racconta. Di aule universitarie, cadute nel vuoto, vendette "trasversali".

Arrivano in sala Ilegitim e Fixeur di Adrian Sitaru, espressione di un cinema rumeno a cui spesso abbiamo dato spazio. Un esempio? Cristi Puiu.

Noah Hawley debutterà alla regia. Cosa ci possiamo aspettare? Intanto vi riproponiamo la recensione di una delle sue creazioni migliori.

Dal 22 marzo nelle sale Pacific Rim 2 - La rivolta , seguito di Pacific Rim 3D di Guillermo Del Toro che riportò in auge il genere dei “robottoni”. Ecco una piccola galleria dei più celebri e indimenticabili automi animati del piccolo schermo...

16 marzo 1978. Ricordiamo Aldo Moro con Buongiorno, notte .

La citazione

«Certainly it constitutes bad news when the people who agree with you are buggier than batshit.»

scelta da
Lorenza Negri

cinerama
7822
cineteca
2504
servizi
2501
opinionisti
1616
locandine
972
serialminds
688
scanners
463
Pubblicato su FilmTv 09/2016

1997: Fuga da New York


Regia di John Carpenter

In un ormai improbabile 1997, dopo una guerra mondiale devastante, l’intera isola di Manhattan, divenuta ingovernabile e preda di bande di criminali, è trasformata in una prigione dalla quale nessuno può fuggire. Caso vuole, però, che l’aereo presidenziale, dirottato da un gruppo di terroristi, precipiti sulla città e finisca nel territorio off limit. Il capo delle guardie, prima di far saltare in aria il carcere a cielo aperto, manda in missione un prigioniero temibile, Jena Plissken, che ha le ore contate per salvare il presidente. Alla fine, forse, il capolavoro di John Carpenter, summa ed emanazione di tutto il suo cinema. Corsa contro il tempo, personaggi anarchici, visione apocalittica, ritmo serrato da messa in scena classica, senza virtuosisimi inutili. Il postmoderno è nella buccia, nella contaminazione tra rimandi (fumetto, film di serie B) ma la “forma” è quella impeccabile e misurata di Howard Hawks, per Carpenter un mito. La benda nera dell’occhio di Jena (Snake in originale) è simbolo di un immaginario corsaro che lega il Grinta/John Wayne alla Tortuga (un’isola non a caso, come Manhattan) ma senza perdere di vista l’iconografia metropolitana contemporanea, puntuale anche nelle invenzioni. Figure memorabili: il tassista Ernest Borgnine, il “duca” cattivo Isaac Hayes, emblema della blaxploitation, lo sceriffo Lee Van Cleef. E naturalmente Kurt Russell nel suo ruolo più leggendario, ripreso qualche anno dopo in Fuga da Los Angeles, sempre di John Carpenter.

Salvato in Cineteca da Mauro Gervasini
Messa in onda: 11/03/2016 - 21:00 - IRIS
1997: Fuga da New York (1981)
Titolo originale: Escape from New York
Regia: John Carpenter
Genere: Fantascienza - Produzione: Usa - Durata: 95'
Cast: Kurt Russell, Lee Van Cleef, Ernest Borgnine, Donald Pleasence, Harry Dean Stanton, Adrienne Barbeau

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo
Articolo inserito in Speciale John Carpenter

Articoli consigliati


1997: Fuga da New York» Cineteca (n° 37/2009)
Fantascienza forever» Servizi (n° 33/2015)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy