Grosso guaio a Chinatown di John Carpenter

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Simone Emiliani dice che Big Fish - Le storie di una vita incredibile è il film da salvare oggi in TV.
Su Cine Sony alle ore 21:05.

Torna in sala in versione restaurata Bande à part di Jean-Luc Godard. Riproponiamo il recente articolo di Mauro Gervasini + controlocandina di Rinaldo Censi.

Dopo l'editoriale di Ilaria Feole, la risposta di Pier Maria Bocchi. Parliamo dell' odierno femminile cinematografico ?

L'ampio servizio retrospettivo che dedicammo a Clint Eastwood in occasione dei suoi 80 anni... Il prossimo 31 maggio ne compirà 88 e intanto è di nuovo nelle sale - dall'8 febbraio - con Ore 15:17 - Attacco al treno

Su Netflix ora c'è The Bad Batch , che non ci ha convinto. È l'esordio di Ana Lily Amirpour che ci aveva folgorato.

Cinema e potere, un rapporto intricato e complesso. Ve ne parliamo su FilmTv n° 50 in uno speciale. Qui trovate la recensione della prima stagione di The Crown​, una delle serie citate nello speciale.

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
7682
cineteca
2458
servizi
2412
opinionisti
1550
locandine
962
serialminds
663
scanners
459
Pubblicato su FilmTv 19/2017

Grosso guaio a Chinatown


Regia di John Carpenter

Nella Chinatown più sommersa di San Francisco, per ritrovare una cinese dagli occhi verdi il camionista Jack Burton deve combattere suo malgrado contro forze soprannaturali e stregoni. Fra la fantascienza umanista del magnifico Starman (1984) e gli orrori urbani del capolavoro Il signore del male (1987), Grosso guaio a Chinatown può sembrare una “vacanza”. Alla faccia delle ferie! Il pastiche postmoderno secondo Carpenter: l’amore per il cinema quale “arte creativa” e incanto si rivela in purezza, nella costruzione di un mondo dove la meraviglia detta le regole. Ma non c’è nessuna esibizione, nessun vanto, perché Carpenter è sempre un passo indietro all’espressione accademica, sempre lontano dall’ammiccamento. Peccato sia stato un flop al botteghino, perché avrebbe meritato quanto e più di I predatori dell’arca perduta. Gli anni però hanno fatto il loro dovere: è diventato un cult ed uno dei titoli più amati dell’intera filmografia carpenteriana, capitolo fondamentale di un immaginario autoriale che negli anni 80 ha trovato il suo zenit, capace di articolare la contemporaneità attraverso il metodo della serie B e uno sguardo in anticipo sui tempi. Rivedetelo oggi, e lo troverete ancora irresistibile, travolgente, stupefacente nelle invenzioni e nel ritmo, una gioia per gli occhi piena di creature, battaglie, fulmini, laser, voli ed esplosioni, cunicoli e passaggi segreti. Un film che fa bene soprattutto allo spirito della cinefilia, la lanterna magica di uno sguardo di cui ormai s’è persa la matrice.

Salvato in Gli amori che restano da Pier Maria Bocchi
Messa in onda: 19/05/2017 - 21:20 - RaiMovie
Grosso guaio a Chinatown (1986)
Titolo originale: Big Trouble in Little China
Regia: John Carpenter
Genere: Fantasy - Produzione: USA - Durata: 99'
Cast: Kurt Russell, Kim Cattrall, Dennis Dun, James Hong, Victor Wong
Articolo inserito in Speciale John Carpenter

Articoli consigliati


Grosso guaio a Chinatown» Cineteca (n° 02/2011)
Grosso guaio a Chinatown» Cineteca (n° 36/2017)
Grosso guaio a Chinatown» Cineteca (n° 01/2018)

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti - Privacy