Blue Steel - Bersaglio mortale di Kathryn Bigelow

facebook_0.png
twitter.png
vimeo.png
Instagram.png
Oggi Free
Mauro Gervasini dice che I gioielli di Madame de... è il film da salvare oggi in TV.
Su IRIS alle ore 02:20.

Dove sono finite le sex symbol? Dal nostro archivio, una riflessione del 2012 di Roy Menarini.

Rick Alverson (in concorso a #Venezia75 con The Mountain ) è un comico da prendere decisamente sul serio. Lo avevamo segnalato negli Scanners.

Manca poco per la quinta stagione (su Netflix dal 14 settembre). Il cavallo più (o meno) famoso di Hollywoo sta per tornare.

Tra i 30 registi italiani più votati del nostro sondaggio pubblicato su FilmTv n° 34 c'è lui. Noi lo conosciamo bene, e voi?

Per festeggiare David Cronenberg che verrà premiato con il Leone alla carriera a Venezia 75 abbiamo pensato di rendere disponibili tutti gli articoli archiviati nella nostra collezione Locandine. A partire da La zona morta.

La citazione

«Quando chiesero a Marx cos’è la dittatura del proletariato rispose: ”la Comune di Parigi, perché ha abolito l’esercito e la polizia”. Poi vennero i Soviet e Solidarnosc. Questo è il movimento. Non nacquero per caso. (C.L.R. James)»

cinerama
8155
cineteca
2939
servizi
2701
opinionisti
1720
locandine
993
serialminds
739
scanners
471
Pubblicato su FilmTv 04/2010

Blue Steel - Bersaglio mortale


Regia di Kathryn Bigelow

Un progetto passato più volte di mano che, finito nelle mani di Kathryn Bigelow, diventa personale. Soprattutto, rappresenta un mondo di fanciulle armate fino ai denti, di contrasti a sfondo sessuale, di allusioni giocate sul filo del rasoio. Dalla morfologia di un feticcio erotico come la pistola (bellissima la sequenza dei titoli di testa, con la macchina da presa che “accarezza” il revolver) al recupero di una tematica già presente in Madigan (Squadra omicidi, sparate a vista!) di Don Siegel. Là Richard Widmark perdeva l’arma e di conseguenza anche lo status di sbirro “virile”: ma che succede se la stessa cosa accade a una donna, oltreutto non molto a suo agio nel portare la divisa? Dopo Blue Steel - Bersaglio mortale venne individuato in Jamie Lee Curtis un modello di erotismo femminile: le spalle di Clint Eastwood, la grinta di John Wayne e due tette da copertina. La Bigelow proseguirà a ritrarre personaggi forti, non solo femminili: da Bodhi e Johnny in Point Break a Lornette in Strange Days fino al sergente William James di The Hurt Locker

Salvato in Cineteca da Mauro Gervasini
Messa in onda: 31/01/2010 - 21:00 - Sky Mania
Blue Steel - Bersaglio mortale (1989)
Titolo originale: Blue Steel
Regia: Kathryn Bigelow
Genere: Thriller - Produzione: USA - Durata: 101'
Cast: Jamie Lee Curtis, Ron Silver, Clancy Brown, Elizabeth Peña, Louise Fletcher, Philip Bosco, Kevin Dunn, Tom Sizemore, Mary Mara

Pallini di FilmTv

Humour
Ritmo
Impegno
Tensione
Erotismo

Articoli consigliati


Blue Steel - Bersaglio mortale» Cineteca (n° 29/2018)

Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.


Mauro Gervasini

Mauro Gervasini è direttore editoriale di Film Tv e di questo sito (filmtv.press) e consulente selezionatore della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia. Insegna Linguaggi audiovisivi all'Università dell'Insubria ed è autore della prima monografia italiana dedicata al "polar" ("Cinema poliziesco francese", 2003). Ha pubblicato vari saggi in libri collettivi, in particolare sul cinema francese. John Ford, Anthony Mann, Jean-Pierre Melville, Michael Mann, Julien Duvivier, Michael Cimino e Akira Kurosawa i suoi cineasti preferiti, ma è convinto che il film da rivedere almeno una volta all'anno sia La dolce vita di Federico Fellini.

FilmTv è una pubblicazione di Tiche Italia s.r.l. - p.iva 05037430963
Credits - Contatti
Privacy Policy